Menu
RSS

Viareggio Porto, Baldini: “Su eventuali trattative si coinvolga il giudice delegato”

Anche dal candidato Massimiliano Baldini arrivano forti dubbi sulla questione della Viareggio Porto, soprattutto per la mancanza di elementi, da parte di un candidato sindaco, per valutare la complessità della situazione: “Riscontro altresì - aggiunge Baldini - con estrema preoccupazione quanto comunicato dal Commissario in ordine alla pendenza di una seconda istanza di fallimento promossa contro la Viareggio Porto, con udienza fissata a luglio 2015. In merito poi alla comunicata sussistenza di una proposta che sarebbe stata avanzata da parte di un soggetto rerzo interessato, straniero, proponente l'acquisto del 77 per cento delle quote societarie a condizione che il 23 per cento rimanente sia intestato alla Regione, ribadita anche in questa sede la mancata verifica di alcun documento inerente gli atti sia processuali che di merito delle vicende di Viareggio Porto che hanno fatto seguito allo scioglimento del consiglio comunale e quindi anche relativamente ad eventuali trattative in essere, torno comunque a fare richiamo ai verbali dei revisori dei conti del Comune di Viareggio in merito agli obblighi di legge previsti, sopratutto in ipotesi di cessione, a fronte della natura pubblica dei beni”.
“Pertanto - conclude - confermando l'auspicio che le parti possano accordarsi per un rinvio dell'udienza al fine di verificare ogni ipotesi utile ad evitare il fallimento di Viareggio Porto, ritengo opportuno che si apra un dialogo con l'ufficio del giudice delegato (il fallimento della Viareggio Porto non può essere trattato come quello di una società qualsiasi) al fine di individuare una soluzione equilibrata e che tenga conto delle diverse normative, privatistiche e pubblicistiche, coinvolte dalla fattispecie in essere”.

Leggi tutto...

Proposta straniera per la Viareggio Porto, Santini: “Irricevibile, deve restare alla città”

"Nell'incontro di questa mattina, il commissario prefettizio Valerio Massimo Romeo ci ha prospettato una proposta di acquisizione della Viareggio Porto a lui pervenuta da un soggetto privato, straniero. L'acquirente avrebbe versato al Comune 4,5 milioni di euro per il 77 per cento della società e la garanzia che la quota restante sarebbe stata 'consegnata' a un ente pubblico sovra comunale, la Regione Toscana”. Questo il sunto dell'incontro di stamani dal commissario del candidato sindaco di Forza Italia, Alessandro Santini che commenta: “Ho detto chiaramente al commissario che questa, per me, è una proposta irricevibile perché il porto è di Viareggio e alla città deve restare. Ma altrettanto irricevibile, secondo me, è stata l'iniziativa del commissario che, senza fornire alcuna documentazione, mi ha chiamato stamani a esprimere un parere su una questione non solo tecnica e delicata ma anche di brevissima scadenza (la risposta sarebbe attesa entro stasera). Ringrazio il dottor Romeo per avermi coinvolto ma credo che un 'semplice' candidato sindaco vada chiamato in causa per ricevere informazioni, non per esprimere pareri decisivi".

Leggi tutto...

Poletti a Torre del Lago presenta i programmi per la frazione

Poletti Tdl1Buona presenza alla riunione, nella sala della circoscrizione di Torre del Lago, per il candidato sindaco Luca Poletti (Pd e lista civica Vvv). All'ordine del giorno, la presentazione del candidato e i problemi del centro pucciniano. "Mi sembra – commenta Poletti – che siamo partiti col piede giusto. Ho percepito un'atmosfera positiva, di interesse e partecipazione". Poletti si è presentato sicuro di essere in grado di affrontare una sfida difficile, che può e deve essere comunque vinta: restituire dignità al nostro Comune, cominciando il percorso di uscita dal dissesto, verso una rinnovata fiducia. Poletti ha ribadito il ruolo strategico che Torre del Lago ha nella visione amministrativa del candidato sindaco: "Una cittadina dalle molte risorse, a cominciare dall'ambiente, dal lago e dall'inestimabile capitale rappresentato dal nome di Puccini".

Leggi tutto...

Andreuccetti: Pd credibile, niente transfughi centrodestra

andreuccetticomuneborgo"La scherzosa boutade di Baccini rivolta a certi personaggi in cerca d'autore del centrodestra, ci consente di ribadire un concetto ormai chiaro: l'unica forza politica davvero in grado di governare il territorio con continuità, concretezza e visione, altro non è che il Pd con i suoi alleati del centrosinistra. Come da anni avviene anche a Porcari con lo stesso Baccini”. A scriverlo in una nota è Patrizio Andreuccetti, segretario territoriale del Pd: "Dal governo nazionale, passando per la regione, fino ai nostri comuni, abbiamo l'opportunità di continuare sulla strada del buongoverno, e progettiamo di mettere in campo proposte credibili e alternative al centrodestra là dove siamo all'opposizione. E' questo il caso di Altopascio, dove l'anno prossimo ci saranno le elezioni, in cui il Pd proporrà un percorso di cambiamento rispetto al governo di Marchetti, ma vale anche su Montecarlo, dove il lavoro di ricostruzione dopo la sconfitta elettorale prosegue passo dopo passo. Lo stesso si può dire di Lucca, dove la nostra amministrazione si sta impegnando anima e corpo per risollevare la città dopo gli anni del centrodestra”.

Leggi tutto...

Sindaci centrodestra a Baccini: “Casa comune, senza comunisti”

Marchetti e FantozziUna casa comune dei moderati "senza comunisti". Rispondono con un auspicio all'appello del sindaco di Porcari, Alberto Baccini, i primi cittadini di Altopascio e Montecarlo Maurizio Marchetti e Vittorio Fantozzi alle sollecitazioni di entrare nel Pd perché delusi dall'attuale centrodestra. “Rispondiamo volentieri - scrivono - alla sollecitazione di Alberto Baccini che ci chiama in causa perchè innanzitutto abbiamo totale stima della persona e poi perchè ci offre l'occasione per spiegare bene alcuni punti del nostro pensiero. Intanto diciamo subito che non entreremo mai in questo Pd che è ancora troppo incrostato dalla presenza di comunisti e delle loro idee assolutamente anacronistiche e letali per la nostra nazione. Non abbiamo bisogno di posti e non ci interessa sapere quanto Renzi durerà”.

Leggi tutto...

Pietrasanta prima di tutto: “Sottopontile di Tonfano nel degrado”

Foto sottopontile 1 Pietrasanta“Sotto-pontile di Tonfano vittima di vandalismo e degrado”. A dirlo è Pietrasanta Prima di Tutto, la lista civica che sostiene il candidato a sindaco Massimo Mallegni. “Nonostante le numerose segnalazioni e denunce di questi mesi - si legge in una nota - a situazione per lo spazio sotto il pontile non sembra migliorare. Tutt'altro. Nel dossier fotografico, raccolto in queste settimane e che circola su Facebook raccogliendo commenti e disappunto, è evidente lo stato di abbandono prolungato. Stato evidenziato, anche negli scorsi giorni, dall'associazione Gli Amici del Pontile nel corso di un incontro con i candidati della lista utile però per presentare alcune soluzioni per strappare al degrado uno spazio versatile come realizzare, per esempio, docce, spogliatoi e cassette di sicurezza che possono essere utilizzate da surfisti, sportivi e turisti, un'area ricovero e rimessaggio che potrebbe essere autogestita proprio dagli associati degli Amici del Pontile”. "Sono soluzioni, idee, proposte – spiegano i sostenitori di Massimo Mallegni - che puntano a riappropriarsi di uno spazio altrimenti destinato al degrado ed al divertimento dei vandali. Da Fiumetto a Focette passando per Tonfano: le idee non mancano, abbiamo già molti progetti che siamo pronti ad illustrare nel corso di incontri ed iniziative. Siamo a disposizione di chi avrà piacere e desiderio di ascoltare quello che abbiamo da proporre per la Marina dei prossimi cinque anni".

Leggi tutto...

Carmassi (Pd) a Baccini: “No ai delusi del centrodestra”

Carmassi2La “provocazione” del sindaco di Porcari, Alberto Baccini, che ha invitato a iscriversi al Pd i sindaci delusi dal centrodestra Vittorio Fantozzi e Maurizio Marchetti e l'ex sindaco Pietro Fazzi (Leggi l'articolo), ha subito scatenato il dibattito nel Partito Democratico. E Cecilia Carmassi, ex componente della segreteria nazionale e candidata in pectore per il consiglio regionale, ha inviato al sindaco una lettera aperta: “Caro Sindaco Baccini - scrive la Carmassi - leggo senza troppo stupore, ahimè, il tuo appello ad entrare nel Pd rivolto ad un ex sindaco e due sindaci in carica che negli anni sono stati certamente tra i più emblematici di un centrodestra berlusconiano, arrogante, in qualche caso con una netto e riconosciuto amarcord fascista. Sorrido amaramente, pensando che due di quei sindaci sono tuoi vicini di casa che conosci bene sia dal punto di vista amministrativo che politico, quindi non c'è e non ci può essere ignoranza né superficialità da parte tua, nel sottovalutare le differenze politiche che in questi anni hanno visto il Pd candidarsi in alternativa a loro e al loro modo di concepire, la politica, il territorio ed i valori costituzionali di riferimento”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter