Menu
RSS

Pdci: “Stretta del credito, e non si vede la fine della crisi”

Contrazione dei prestiti dalle banche, interviene Francesco Nolli del Partito dei Comunisti Italiani: “Apprendiamo dalla stampa che la contrazione dei prestiti dalle banche verso il sistema economico, in particolare verso le imprese, non accenna a diminuire. Dai dati riportati relativi alla nota mensile di Bankitalia infatti si evince che anche dopo le misure prese dalla Bce con l'avvio dell'acquisto di 1.140 miliardi di euro di titoli, in gran parte di Stato, da parte della Banca Centrale Europea, l'attività delle banche nel nostro Paese rimane caratterizzata da una contrazione del credito senza fine. Dopo i roboanti annunci della Bce che aveva detto a chiare lettere che la sua azione, per altro già ampiamente scontata dal mercato, dovesse essere finalizzata a far migliorare l'erogazione di prestiti da parte delle banche, assistiamo, ancora una volta, ad un'altra desolante contrazione di prestiti operata da parte del sistema creditizio operante in Italia ai privati, dell'1,8%. Per il sistema delle imprese questa contrazione è stata del 2,8%”.

Leggi tutto...

Borghi (Lega Nord): “Misure straordinarie ed urgenti per i danni in Versilia. Stop alle tasse nelle zone colpite”

"Versilia disastrata dal maltempo: necessarie misure straordinarie immediatamente attuabili”. Così Claudio Borghi, candidato governatore della Toscana per la Lega Nord. “Città che sembrano terremotate - dice -  centinaia di milioni di euro di danni a case e aziende, stabilimenti balneari già in crisi che ora devono fare i conti anche con il disastro provocato dal vento, e sperare di rialzarsi in tempo per la stagione turistica. Per quanto accaduto in Toscana nei giorni scorsi non basta chiedere stati di calamità ed emergenze, sperando in aiuti dal Governo, che da parte sua continua a spremere i nostri risparmi”.

Leggi tutto...

Orgoglio Civico, dopo la presentanzione si punta sulla comunicazione

orgogliocivicoritornoAvrà un seguito il battesimo pubblico di orgoglio civico, il movimento di opinione che ha raccolto interesse e consenso nell'ambito lucchese e toscano, che è stato presentato sabato scorso al Mai-Mai (Leggi). Tra i tanti interventi che si sono susseguiti è emersa, oltre all'approvazione per le modalità di sviluppo di questo progetto, la necessità di un confronto continuo e costante fra i tanti soggetti che hanno maturato importanti esperienze in ambito politico amministrativo ed i tanti interessati che per la prima volta si sono affacciati ad una riunione di questo tipo. E ora si pensa anche ad una testata online. Come precisato già in quella sede per il titolo provvisorio dell'autoconvocazione di sabato scorso, Orgoglio civico, nato più dalla necessità di far presto e convocare l'incontro con un veloce dibattito sulla rete, ma che non ha convinto nemmeno troppo i promotori che nelle premesse di sabato lo hanno precisato con autoironia, così per la prevista testata online si avvierà un sondaggio aperto al contributo di tutti sull'omonima pagina aperta da mesi su Facebook.

Leggi tutto...

Franchi: “Nuovo soggetto a sinistra deve partire dal basso”

Verso un nuovo soggetto a sinistra ma la strada per una Podemos italiana è ancora lontana. Anche il sindacalista Umberto Franchi interviene nel dibattito in corso: “L'operaio sociale - scrive Franchi - che abbiamo conosciuto soprattutto negli anni che vanno dal 1968 al 1985, era forte all'interno delle aziende, e, tramite i consigli di fabbrica e di zona, era in grado di conttrattare il come e per cosa lavorare : la qualità degli investimenti industriali, quelli del lavoro, l'organizzazione del lavoro e le sue ricadute nel territorio. L'italia di quegli anni, fu percorsa da un moto profondo di rinnovamento e di protagonismo a tutti i livelli ed a tutte le direzioni ... un moto, che a partire dalle lotte di fabbrica, richiedeva politiche di governo più avanzate rispetto a quelle scelte dall'allora Pci (di unità nazionale). Ma quando Berlinguer chiese equilibri politici più avanzati, esse si scontrarono duramente con le forze reazionarie interne ed estere (Usa) e non si realizzarono. Ma a ciò contribuì anche l'azione perdente del sindacato post consigli di fabbrica, e per l'azione terroristica che portò al rapimento ed all'uccisione di Moro. Gli operai di allora e quelli di oggi, hanno dovuto e devono fare i conti con una radicale trasformazione del mondo capitalistico, non solo in termini tecnologici che con la computerizzazione che ha reso sempre più immateriali e terziarizzate molte attività produttive, penetrando e modificando anche i rapporti sociali dalla comunicazione pubblica alle relazioni private al tempo libero e perfino alle attività riproduttive. Ma anche con i grandi processi di ristrutturazione che a partire dalla sconfitta alla Fiat nell'ottobre del 1980, sono andati avanti per molti anni”.

Leggi tutto...

Buongiorno Toscana aderisce alla manifestazione a difesa del piano paesaggistico

Buongiorno Toscana aderisce alla manifestazione che si terrà il 7 marzo a Firenze alle 16 in piazza Duomo a difesa del Piano Paesaggistico e della tutela delle Apuane.
“In una situazione - si legge in una nota del movimento -  nella quale il Pd ancora una volta tradisce i propri principi e decide di stravolgere un piano paesaggistico già frutto di un difficile compromesso fra tutela del territorio e delle attività produttive, Buongiorno Toscana non può che schierarsi con tutti i cittadini, le associazioni e i partiti che scenderanno in piazza per scongiurare l'ennesimo regalo alla lobby dell'escavazione del marmo”.
“La Regione - prosegue -  dovrebbe invece aprire finalmente una seria riflessione sulla riconversione economica del territorio apuano considerando il parco regionale delle Apuane e geoparco Unesco per quello che è, ovvero un valore paesaggistico, naturalistico e culturale da tutelare e da valorizzare attraverso attività economiche ecosostenibili quali l'ecoturismo e l'agricoltura improntata a produzioni di alta qualità. Le elezioni regionali si avvicinano ed i cittadini non perdoneranno chi ancora una volta disattende le proprie promesse. Noi di Buongiorno Toscana ci saremo per stigmatizzare l'ipocrisia di chi governa questa regione dicendo di voler tutelare il territorio e l'ambiente e facendo l'esatto contrario”.

Leggi tutto...

Nasce Orgoglio Civico e suona la sveglia al centrodestra

orgogliocivicoDa settimane ci stanno lavorando, per affinare un evento che intanto faccia discutere e che trovi la sua legittimazione fra la gente. Non è un gruppo politico, ma per il momento è un movimento di pensiero aperto a ogni contributo, senza distinzione di tessere o di appartenenza politica, che raggruppa tante persone che vorrebbero cambiare la politica locale e nazionale. In questa che è a tutti gli effetti una autoconvocazione, ci sono ex e attuali amministratori della Lucchesia e del pistoiese, tra cui il sindaco di Montecarlo, Vittorio Fantozzi, il sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti, Michele Giannini, primo cittadino di Fabbriche di Vergemoli e Marco Borgioli, sindaco di Chiesina Uzzanese. Ma soprattutto cittadini che vorrebbero vedere qualcosa di nuovo anche nel centrodestra, visto che è a questo ambito che i primi promotori si rivolgono. Orgoglio Civico è il nome scelto, fra i tanti pensati, per rappresentare tutto questo e con tale nome si svolgerà il primo incontro pubblico sabato (7 marzo) dalle 16,30 alle 19 al Mai-Mai di Lucca, in via Dante Alighieri all'Arancio, cui tutti possono partecipare liberamente

Leggi tutto...

Pellegrini Masini: “Buongiorno Toscana, riduttivo definirla sinistra radicale”

pellegrinimasiniRiceviamo e volentieri pubblichiamo una lettera dell'ex assessore comunale Giuseppe Pellegrini Masini, a risposta e a commento dell'editoriale di ieri (1 marzo) del direttore Enrico Pace sui nuovi equilibri della politica nazionale e regionale (Leggi l'articolo). A margine (e in corsivo) il commento del direttore.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter