Menu
RSS

Consani: "Piazza S.Gregorio resta ancora zona off limits"

cristinaconsaniAncora bivacchi in piazza San Gregorio. A stigmatizzare la situazione la consigliera comunale di SiAmo Lucca, Cristina Consani.
"L’assessore all’ambiente e alla sicurezza di Lucca, Francesco Raspini - dice - lo scorso 7 settembre ha dichiarato sulla stampa locale di aver messo appunto il progetto, poi divenuto esecutivo, per la messa in sicurezza di piazza San Gregorio e dare così uno stop ai costanti bivacchi presenti in quest’area. In pratica la creazione di una recinzione che impedirebbe di sostare nello spazio intorno ai cassonetti interrati metterebbe fine alla situazione di grosso degrado e di insicurezza più volte sollevata e segnalata dai residenti della zona e dai commercianti".

Leggi tutto...

Sicurezza, Consani chiede un Consiglio aperto

cristinaconsaniSicurezza in città, gli ultimi episodi di cronaca fanno crescere la preoccupazione anche delle forze politiche cittadine.
Sul tema interviene la consigliera comunale di SiAmo Lucca: "Forte preoccupazione hanno destato, in questi ultimi due giorni - dice - gli episodi di violenza che si sono verificati nel centro storico, il primo in Via Fillungo, quando un africano ha scagliato due biciclette sui passanti e poi ha resistito con la forza ai carabinieri che lo volevano arrestare; il secondo giovedì notte, quando una banda di baby rapinatori albanesi si è fatta consegnare, con minacce, telefonino e denari da un ragazzo italiano, sorpreso mentre usciva dalla sortita dalle mura in San Frediano".
"Preoccupazione che cresce - prosegue Consani - perché la gente pensa che, accanto a questi due episodi, se ne accompagnino in realtà altri, più o meno gravi, di molestie, di prevaricazioni, di furti, anche conosciuti dall’autorità, che non finiscono, però, sui giornali per una serie di motivi, in particolar modo per non destare preoccupazione eccessiva; ma che vengono conosciuti e diffusi dalla gente, contribuendo a consolidare una clima di paura diffusa e di insicurezza. Preoccupazione che cresce anche perché la gente non riesce a comprendere bene perché e in quale modo i soggetti che compiono tali violenze, il giorno dopo, possono ritornare con tranquillità a camminare in via Fillungo e a passeggiare sulle Mura e giudica allora che di uno Stato, con tutte le sue istituzioni, duro con le persone perbene, tollerante con i mascalzoni, e che non riesce comunque a garantire sicurezza, non ci si può davvero fidare".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter