Menu
RSS

Maniglia (Lega Nord): "Case popolari, precedenza ai residenti da più di 5 anni"

Marcella ManigliaIl segretario della Lega Nord di Lucca Marcella Maniglia interviene sulla assegnazione delle case popolari a Lucca e sostiene la necessità di rivedere completamente il sistema. "Con determina dirigenziale 398 del 17 marzo - ricorda - è stata approvata la graduatoria definitiva per l'assegnazione degli alloggi di edilizia popolare. Mi fa piacere vedere che, in vista dell'imminente tornata elettorale, anche qualche lucchese o comunque qualche italiano sia stato inserito in graduatoria. Ciò che contesto è la scarsità di di questi ultimi e la tempestività dell'operazione. Sono trascorsi 5 lunghi anni di amministrazione comunale a dir poco fallimentare, in cui gli alloggi di edilizia popolare sono stati assegnati a stranieri o a nomadi dalla dubbia provenienza e solo in rari casi a lucchesi o a italiani".

Leggi tutto...

Santini: “Ecco i 5 capisaldi del mio programma”

SANTINIPersone competenti in ogni ufficio, centralità dei giovani, ritorno all’eccellenza e politiche sociali prima per i lucchesi in difficoltà: sono alcuni dei capisaldi del programma di Remo Santini, candidato sindaco per SìAmo Lucca. Con lui, oggi (20 maggio), ci sono Samuele Cosentino, Gianluca Ghiglioni (Forza Italia), Marcella Maniglia (segretario comunale Lega Nord), Marco Chiari (Fdi), Sergio Mangiavacchi (Forza Italia Giovani), Roberto Dolce (coordinatore Lucca in Movimento). Il luogo scelto non è causale: si tratta di Satura, il ristorante aperto dallo chef Cristiano Tomei in via Nazario Sauro: "E’ la scommessa vincente di un imprenditore che ha deciso di aprire in periferia: noi supporteremo questo genere di attività, perché creano ricchezza per il territorio", saluta in apertura Santini. Sono 5 i punti fondamentali del programma, tutti convogliati poi nello slogan Lucca si merita di più: dimensione nazionale ed internazionale della città, sostegno e supporto, eccellenza, buona vita e oltre l’oggi. "Siamo i primi a presentare il programma dal vivo - prosegue - ma potete trovarlo interamente anche sul sito del Comune. La più grave mancanza della città? L’assenza di una visione complessiva, che ci ha fatto perdere opportunità. Si è perso entusiasmo, si è creato un luogo con zone di serie A e B. Una città deve nutrirsi anche di stati d’animo e di sogni: vogliamo ispirare fiducia alla gente, mediante un governo competente, con un progetto civico. Anche i partiti hanno dimostrato di essere motivati a migliorarsi: qua è stata smarrita anche l’aspirazione all’eccellenza. Il primo caposaldo concerne, dunque, la dimensione nazionale ed internazionale della città: "Lucca deve tornare a decidere per sè: è in Toscana ma i lucchesi non si sentono tali, ha detto Montanelli. Un sindaco deve saper decidere, deve fare, con l’umiltà di tornare indietro se sbaglia. Bisogna rivolgersi a Firenze con un atteggiamento più battagliero, per spezzare il giogo delle decisioni calate dall’alto: penso allo spostamento della centrale 118 ed al progetto scellerato del San Luca. Mi fa ridere che l’assessore Saccardi abbia radunato i medici a Lucca, ieri, promettendo un ampliamento del pronto soccorso ed una piazzola eliporto a 20 giorni elezioni: e anche dei gratta e vinci no? (ride). Questo è il sistema Pd per convincere che si farà quello che non si è fatto in 5 anni”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter