Menu
RSS

Pulizia caserme vigili del fuoco, sale protesta lavoratori

vigilidelfuoco14Sale la protesta dei lavoratori in appalto per le pulizie delle caserme dei vigili del fuoco. A farsene carico sono Uil Toscana Nord e Uil Trasporti, che portano avanti la vertenza a livello regionale. A parlare è il sindacalista Simone Marsili: "Sono oramai due anni - dice - che continua il comportamento di scorrettezza della società che si occupa delle pulizie delle caserme dei vigili del fuoco su tutta la regione Toscana. La società Dema facente parte del consorzio Unilabor continua a non pagare gli stipendi e là dove li paga non paga straordinari, maggiorazioni, fa errori sugli assegni familiari, non conteggia correttamente i vari istituti contrattuali (ferie, permessi e rol) in modo che all'atto di una loro uscita dall'appalto (scade a fine anno salvo proroghe) non pagheranno la corretta liquidazione alle lavoratrici".

Leggi tutto...

Cambio appalti pulizie treni, Dussmann riassorbe 17 lavoratori

trenipendolariSi è tenuta oggi (26 ottobre) nella sede della presidenza della Regione Toscana, alla presenza del consigliere alle attività produttive, credito e lavoro Gianfranco Simoncini e del dottor Michele Beudò della direzione lavoro - settore lavoro della Dussmann Service un incontro in cui sono state affrontate le criticità emerse dalla vicenda sul cambio d’appalto per le pulizie ferroviarie regionali. Al tavolo, oltre a Dussmann, sono intervenute le altre aziende aggiudicatarie degli altri due lotti e tutte le sigle sindacali.

Leggi tutto...

Cambio appalto pulizie treni, Sinistra Italiana: "Non sulla pelle dei lavoratori"

treno“Il cambio di appalto non può essere fatto sulla pelle dei lavoratori. La Regione richiami Trenitalia alle proprie responsabilità, ha il diritto e soprattutto il dovere di farlo, visto che si tratta di soldi pubblici”. I coordinatori di Sinistra Italiana Toscana Daniela Lastri e Marco Sabatini intervengono a proposito del caso degli appalti per la pulizia dei treni regionali, con circa 50 dipendenti che rischiano di restare a casa in seguito all’ingresso delle nuove società che hanno vinto la gara di appalto con il subentro che dovrebbe avvenire nei prossimi giorni. Tre i lotti interessati, quello di Pisa (che comprende Pisa deposito-Livorno deposito-Grosseto e Siena) il più critico, con 23 persone coinvolte.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter