Menu
RSS

Mallegni: "Commissariamento Asl? Sanità toscana come Titanic"

Massimo Mallegni"Asl Toscana nord ovest verso il commissariamento? La voce, che mesi fa era un leggero sibilare, oggi si fa sempre più insistentemente tra uffici e corridoi". E’ la domanda che Massimo Mallegni, vice coordinatore vicario di Forza Italia, pone al direttore generale, Maria Teresa De Laurentis. Mallegni, tre volte sindaco di Pietrasanta, è il più attivo sul fronte dei temi della sanità pubblica: celebri i suoi blitz al pronto soccorso ed i suoi attacchi al sistema regionale e alla legge di riordino che sta producendo lo smantellamento dei servizi in Versilia. "Sono solo voci o è una prospettiva reale? – si chiede Mallegni – Siamo a conoscenza delle difficoltà di chiudere il bilancio 2016 a causa, ci risulta, di un extra buco di 200 milioni di euro, a cui la Regione Toscana sta rispondendo con taglio ai servizi e alla spesa farmaceutica. Eppure – spiega ancora – il fondo di solidarietà nazionale non ha applicato tagli alle risorse stanziate alla Regione Toscana ma le ha addirittura leggermente incrementate. La situazione della nostra sanità ed il progressivo affossamento dei servizi ha superato il livello di preoccupazione. – spiega ancora Mallegni – Proprio ieri, il 28, era l’anniversario dell’introduzione della legge di riordino del servizio sanitario in Toscana che a distanza di due anni ha già palesato tutte le difficoltà di un modello fallimentare costruito attorno a scatole vuote come le società della salute e le case della salute che hanno solo spinto i cittadini verso le concorrenziali cure private, se non verso presidi lontani".

Leggi tutto...

M5S: “Ato Costa, sindaci 'dissidenti' parlino in commissione ambiente”

giannarellidimaioAnche il Movimento Cinque Stelle è dalla parte del no al gestore unico per i rifiuti Reti Ambiente, almeno come configurato fin qui. E commenta così l'intervento dell'assessore Fratoni (Leggi qui) che ha paventato l'ombra del commissariamento sull'Ato Costa: "Il commissariamento dell’assemblea dei sindaci Ato Toscana Costa - dice il capogruppo in Regione, Giacomo Giannarelli -  sarebbe un atto antidemocratico e fuori da ogni logica di interesse generale. La giunta Pd-Rossi non ha commissariato Ato Toscana Sud nonostante tariffe su di giri per un servizio flop assicurato da un gestore unico privato sotto inchiesta – commissariato dall’Anac – e ora vorrebbe togliere il potere di scelta a questa assemblea perché alcuni sindaci Pd si sono svegliati dal torpore e non vorrebbero far fare ai loro cittadini la stessa fine di quelli di Siena, Grosseto e Arezzo? Il Pd non può costringerli a replicare gli errori dei loro colleghi di quei territori, né può imporre il socio privato”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter