Menu
RSS

Muore per un malore durante una battuta di caccia

  • Pubblicato in Cronaca

recupeosalmaUn malore fatale durante una battuta di caccia al cinghiale. E' successo nella mattinata di oggi, intorno alle 11,30 nel territorio del Comune di Stazzema. L'uomo, Franco Gabrielli di 76 anni, residente a Montignoso, ha accusato un malore e si è accasciato. Immediata la chiamata dei soccorsi da parte dei compagni di battuta ma per l'uomo, per il quale era anche stato allertato l'elicottero Pegaso, non c'è stato nulla da fare. Per recuperare la salma è stato impegnato il personale della Stazione di Querceta del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano. I soccorritori hanno raggiunto la salma e, tramite manovre tecniche di recupero su terreno impervio, hanno imbarellato l’uomo e lo hanno portato in una zona raggiungibile dai mezzi sanitari- Ad attenderla l'ambulanza di Pontestazzemese. Sul posto anche i carabinieri che hanno potuto immediatamente confermare come la morte sia stata determinata da cause naturali. Il cadavere del 76enne versiliese è stato poi trasportato all'obitorio dell'ospedale Versilia.

Leggi tutto...

Convegno a Seravezza a 20 anni dalla morte di Lionetto Amadei

amadeiNel ventennale della scomparsa di Leonetto Amadei – insigne giurista, deputato e padre costituente della Repubblica Italiana – il Comune di Seravezza, la Fondazione Amadei e il laboratorio di cultura costituzionale dell'università di Pisa promuovono per mercoledì (15 novembre) una giornata di studio sulla Costituzione repubblicana. L’evento si terrà al teatro delle Scuderie Granducali con ingresso libero. La presentazione è avvenuta stamani in municipio alla presenza del sindaco Riccardo Tarabella, dell’assessore alla promozione e valorizzazione del territorio Giacomo Genovesi, del presidente del Consiglio Comunale Riccardo Biagi, del professor Saulle Panizza e di due delle tre figlie di Leonetto Amadei, Lucia ed Anna (la terza, Marta, vive fuori Versilia).

Leggi tutto...

Viareggio ricorda 'Che' Guevara al 50 anni dalla morte

che guevaraIl 9 ottobre 1967 veniva ucciso in Bolivia Ernesto Che Guevara. A 50 anni esatti il Comandante viene ricordato in tutto il mondo con numerosissime e diversificate iniziative. A Viareggio, l'Associazione culturale Viareggiok, organizza un incontro molto interessante dal titolo 50 Che, in programma domani (10 ottobre) alle 21 nella Sala Barsanti della Croce Verde di Viareggio. Un appuntamento ad ingresso libero, coordinato dalla giornalista Donatella Francesconi de Il Tirreno, che prevede tutta una serie di riflessioni, considerazioni e riferimenti all'attualità. Brevi spunti iniziali da parte di Carla Vivoli, presidente della Croce Verde di Viareggio; Luca Coccoli, presidente Anpi Viareggio; Susanna Paoletti, presidente scuola popolare Pancho Villa; Hugo Singh Chuhan, Associazione 24 Marzo; Michelangelo Di Beo, Unione inquilini e Stefano Pasquinucci, associazione Viareggiok a cui farà seguito il contributo di Alfredo Helman, citato da Che Guevara in Diario in Bolivia ed autore del libro Il Militante (edizioni Clandestine). In chiusura interventi del pubblico

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter