Menu
RSS

Nuovi poveri in aumento: in 200 in più da Caritas

22414604 10214164658180083 1905935625 nSono in aumento i casi di povertà a Lucca: il centro di ascolto della Caritas, nell'ultimo anno ha contato almeno 1669 persone, un aumento devastante che ha visto circa 200 persone in più rivolgersi allo sportello di Lucca. Storie che ghiacciano il sangue quelle che ogni giorno, da almeno vent’anni, la Caritas di Lucca si sente raccontare nelle sale del suo centro di ascolto. Storie di persone in difficoltà che, chiedendo aiuto tra quelle pareti, si sentono in dovere di chiedere scusa, mangiati dalla vergogna e dai sensi di colpa. E sentirsi dire “scusa se ho bisogno, scusa se ti do fastidio” da gente che non ha nulla è decisamente un’esperienza che si fa fatica a raccontare. Ma c’è chi si è fatto forza: queste storie, questi dati pieni di sofferenza e pessimismo sono stati raccolti in un dossier, Fragili beni: poco più di 70 pagine di tabelle, studi e parole toccanti che aiutano a “fotografare” e ad aprire gli occhi sulla situazione del nostro territorio che, purtroppo, molto spesso rimane nell’ombra.

Leggi tutto...

Povertà e inclusione: “Complesso di azioni mai viste”

stefania saccardi 1Siamo di fronte a un complesso di azioni che non hanno precedenti nelle politiche sociali della Regione e del governo nazionale. Sei mesi fa avevamo chiesto di aprire un grande “cantiere sociale”, ipotizzando anche di anticipare misure sul reddito di inclusione. Il governo Renzi aveva avviato un percorso e il governo Gentiloni lo ha attuato rapidamente, e non possiamo che esserne soddisfatti. Nessuna euforia, ma non c’è dubbio che stiamo mettendo in campo un intervento organico, che tra risorse nazionali e regionali vedranno un impegno di quasi 400 milioni di euro in Toscana. Ricordiamo a coloro che oggi tentano di sminuire questi fatti che il dato di partenza era quello dell’azzeramento del Fondo Sociale nazionale, così come di quello per i non autosufficienti.

Leggi tutto...

Saccardi: "Una cabina di regia per favorire l'inclusione sociale"

maxresdefault 1Come rispondere alla povertà e favorire l’inclusione sociale? Riunificando gli interventi attivati sul territorio, vista la necessità di uno stretto coordinamento fra tutti i settori regionali coinvolti nell’obiettivo di realizzare le politiche sociali. Questo il filo rosso che ha caratterizzato la comunicazione – collegata ad una delibera di giunta - dell’assessore al diritto alla salute e welfare Stefania Saccardi, che in aula ha descritto misure e impegni prioritari della Toscana, interconnesse con le funzioni e le iniziative di competenza statale, nel rispetto degli impegni a livello comunitario. "La povertà e l’esclusione sociale si combattono coordinando in modo organico tutti i progetti regionali - ha affermato l'assessore - Nelle intenzioni della giunta toscana la cabina di regia deve anche e soprattutto svolgere il ruolo di lente di ingrandimento per meglio comprendere le problematiche al fine di concertare le politiche e gli interventi tesi alla riduzione della povertà e dell’esclusione sociale. Nel mettere in fila e implementare i provvedimenti adottati la Regione non vuole misure assistenzialiste, ma intende sostenere l’inclusione, combattere quindi la povertà accompagnando chi è in situazione di bisogno".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter