Menu
RSS

Ps, in commissione le osservazioni di Governare Lucca

urbanisticaSono state le osservazioni di Governare Lucca al piano strutturale ad essere al centro della commissione urbanistica convocata per oggi (17 gennaio) nell’ufficio di piano di via della Colombaia. Due le principali questioni sollevate dal professore davanti a un parterre composto oltre che dai componenti della commissione anche da Michele Urbano di Legambiente, Gemma Urbani e Clara Mei, esponenti di movimenti e comitati cittadini che hanno presentato anch’essi osservazioni al piano.

Leggi tutto...

Elezioni: nel centrodestra una galassia complessa

urnaAmministrative 2017, l’attesa delle primarie (o dell’accordo) nel Pd “congela” il dibattito. Nell’attesa che il principale partito del centrosinistra dirima i suoi dubbi, se continuare con il sindaco uscente Alessandro Tambellini o andare a primarie che darebbero l’imprimatur alla discesa in campo del consigliere regionale Stefano Baccelli, nel centrodestra si attende di conoscere le mosse degli avversari per affinare le strategie. E non solo.

Leggi tutto...

Lucca per l'ambiente: "Città bocciata per l'attenzione agli animali"

caniAnimali in città, il rapporto di Legambiente boccia Lucca. A riportare i dati negativi è il gruppo Lucca per l'Ambiente, recentemente costituitosi, in una nota a firma di Aldo Gottardo e Claudia Corsini.
"Dal quinto rapporto di Legambiente - dice la nota - pubblicato nel marzo 2016 e dal titolo Animali in città, troviamo Lucca non così ben piazzata relativamente alle politiche legate al mondo animale. Un pessimo piazzamento si registra dall’analisi legata agli spazi dedicati alla sgambatura dei cani (menzionata nel rapporto nel paragrafo spazi aperti dedicati agli animali d’affezione) che vede la nostra città tra gli ultimi posti in Italia per questo tipo di attenzione, precisamente al quartultimo posto (prima di Taranto, Salerno e Catania)".

Leggi tutto...

Per non morire: “Sanità, politici e sindacati latitanti”

prontosoccorsoluccaL'attenzione alle questioni della sanità locale, dai posti letto alla carenza di personale al San Luca e al pronto soccorso sono "posticce". Lo afferma l'associazione Per non morire Lucca che ricorda di aver denunciato i rischi della riforma della sanità e della riorganizzazione dell'ospedale.
"In questi giorni - si legge nella nota dell'associazione -, in modo molto “tamburellante” stiamo assistendo ad un dibattito pubblico sulle varie problematiche inerenti la sanità locale, dal pronto soccorso del San Luca, al territorio, ai limiti del nostro nosocomio e molto altro ancora. Le nostre riflessioni nascono, soprattutto, dalla visita del presidente della Provincia, Luca Menesini al pronto soccorso lucchese e, dai conseguenti interventi di sindacati, istituzioni e politici sul sistema sanitario locale. Da molto tempo la nostra associazione, insieme alla rete di comitati in difesa della salute - prosegue la nota -, si è battuta per la tutela dei cittadini in termini di prevenzione, cura e riabilitazione. Alcune domande delle tante: ma sindacati confederali, presidente della Provincia, conferenza dei sindaci, dove erano quando denunciavamo le chiare manovre politiche regionali per attivare una controriforma sanitaria attuata con la normativa in vigore? A cosa pensavano, ancor prima, quando si evidenziava la mancanza di posti letto, tra l’altro sempre negata dai vertici aziendali, gli stessi che ora con precisione rivendicano il il numero esatto? Che cosa immaginavano, magari presenti al primo compleanno del San Luca che accadesse nel proseguo degli anni alla nostra sanità? Nel taglio del personale, evocato come esuberi, quindi non più sostituibili, di circa 150 professionalità, solo nella ex Asl di Lucca, non si poteva pensare, per esempio, che sarebbero aumentati i tempi di attesa per indagini, esami o quant’altro a carico dei cittadini? Quando professionisti, compreso l’ordine dei medici, criticava la nuova riforma sanitaria regionale, perché non sono stati ascoltati? La non presenza di molti di loro, tra sindacati, forze politiche, istituzioni alle manifestazioni contro il dissesto sanitario evidenziato, oggi, da ogni parte sociale riconosciuto, era un disimpegno, una volontà politica o cosa ancora? Molti i quesiti da porre - prosegue l'associazione Per non morire -, le lacune istituzionali, secondo noi, senza essere presuntuosi, anche la denuncia della non conoscenze della materia, hanno portato ad una chiara ed insufficiente assistenza sanitaria sia per il nostro ospedale che, naturalmente per il territorio".
E a questo proposito l'associazione Per non morire snocciola alcuni esempi: "La casa di cura di Marlia, che andrebbe potenziata, la radiologia, annunciata a Campo di Marte e mai attivata, con locali già predisposti e pronti sia dal punto di vista logistico che di sicurezza: insomma sarebbe alquanto lungo e complesso argomentare su una serie di valutazioni, compresi gli ospedali di Castelnuovo e Barga, ma questo nostro intervento, fondamentalmente, vuole mettere in evidenza la assoluta non presenza di politica e sindacati quando la discussione sul sistema sanitario era ancora in atto e, ora, come si usa dire i buoi sono scappati, improvvisamente compaiono con acume, intelligenza, analisi critiche e chi più ne ha più ne metta. Siamo consapevoli che la stessa nostra associazione, la rete dei comitati, non legati sindacalmente e politicamente sono una chiara e trasparente sconfitta della politica in generale ma, almeno, non abbiamo raccontato bugie, non siamo stati artefici di trampolino di lancio a politici locali, o, abbiamo fatto da scendiletto, per poi pentirsene a quel dirigente o direttore Generale. Un proverbio recita: non è mai troppo tardi”.

Leggi tutto...

Colucci: "Vecchi partiti in crisi, Libera Lucca lavora ad un grande progetto"

colucci"Libera Lucca? Lavora anzitutto per un progetto per la città, prima che sul nome del candidato". A dirlo è Francesco Colucci, ex direttore dell'Apt, che ha aderito al percorso che si sta muovendo verso le elezioni amministrative in città, sotto l'egida di Marcello Pera. Colucci difende la bontà del progetto, facendo una analisi degli altri movimenti e schieramenti politici per sottolineare le differenze con Libera Lucca: "C'è un grande movimento in queste settimane - osserva - per le candidature a sindaco nelle prossime elezioni di Lucca. Programmi, schieramenti, strategie tutto in secondo piano, l'unica cosa che interessa è il nome del candidato. Perché? Per il semplice fatto che i contenitori che canalizzavano i consensi una volta sono in crisi".

Leggi tutto...

Casapound, il candidato Barsanti inizia il giro delle frazioni

foto presentazione candidaturaFabio Barsanti dà inizio al tour che lo porterà in giro per i quartieri e le frazioni di tutto il comune, per raccogliere segnalazioni, problemi e proposte da parte della cittadinanza. Prime tappe Pontetetto, giovedì (19 gennaio) e il Piaggione (venerdì 20). “Mentre gli altri schieramenti devono ancora decidere con chi stare, dove andare o quale nome dare alla propria lista – dichiara Fabio Barsanti – noi abbiamo le idee chiare e già da questa settimana iniziamo il nostro viaggio nelle periferie e nelle frazioni del comune. I nostri militanti stanno distribuendo nei quartieri interessati un volantino che servirà per raccogliere indicazioni, problemi e proposte, che raccoglieremo fisicamente durante i nostri incontri, e utilizzeremo per realizzare un programma che sia rappresentativo delle istanze del territorio”.

Leggi tutto...

Vandalismi e degrado in via S.Paolino, Mazzoni: "Più controlli il sabato sera"

mauromazzoniPiù controlli il sabato sera in via San Paolino. A chiederlo è Mauro Mazzoni, presidente nazionale del Movimento Monarchici: "Recandomi nel centro la domenica mattina, per la consueta colazione - dice - da molto tempo, ho notato piccoli ma ripetuti atti vandalici. Fioriere rotte, piante sradicate e gettate in mezzo alla strada, bottiglie e lattine lanciate nelle saracinesche dei negozi. Parlando con alcuni esercenti, presi di mira, ho sentito che sono stufi di questa situazione. Oltre al danno economico e di immagine alcuni mi hanno detto, rassegnati, di sperare solo che non vadano oltre, definendoli teppisti del sabato sera. Noi come movimento monarchici, sollecitiamo le forze dell’ordine a effettuare maggiori controlli nella zona".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter