Menu
RSS

Sinistra Italiana: "Ato Costa, la sceneggiata del Pd non convince"

rifiutilu“Le solite sceneggiate del Pd non ci convincono. Vogliamo vedere i fatti, cioè vere e proprie azioni di cambiamento, altrimenti sarà di nuovo chiaro ai cittadini che dietro i proclami si trova la solita guerra di interessi sulla gestione del potere. Intanto Reti Ambiente non opera e l’autorità d’ambito ha passato gli anni tra assemblee dei sindaci deserte e gare annullate". A dirlo in una nota sono i coordinatori regionali di Sinistra Italiana Daniela Lastri e Marco Sabatini che intervengono sull’ipotesi di commissariamento dell’Ato Toscana Costa paventata dal governatore Enrico Rossi dopo che 17 sindaci del Partito Democratico hanno fatto saltare l’assemblea. 

Leggi tutto...

Consani (SiAmo Lucca): Ato Costa, sindaco si esprima

cristinaconsani"Il sindaco dica qual è la sua posizione sulla vicenda Ato Costa". A chiederlo, con una interrogazione, è la consigliera comunale di Siamo Lucca Cristina Consani che solleva il caso dopo che 17 sindaci Pd hanno disertato l'assemblea e il presidente della Regione Enrico Rossi ha lasciato presagire lo spettro del commissariamento. Consani chiede così lumi sulla posizione di Tambellini, dichiarandosi ancora una volta "critica sulle politiche di accentramento e privatizzazione selvaggia operate in questi anni dal Presidente della Regione Enrico Rossi nel campo dei servizi idrici, del trasporto locale, dei servizi di smaltimento rifiuti, sempre avallate e difese da questa amministrazione, vedi il caso più macroscopico delle difficoltà finanziarie del Comune derivanti dall’assurdo blocco, anni fa, delle gara di appalto per il rinnovo delle concessioni del trasporto pubblico locale, imposte da Rossi, attribuite dal Sindaco non alla Regione che le aveva causate, ma a Favilla che le aveva subite".

Leggi tutto...

Ato Costa, ultimatum di Rossi ai sindaci

Enrico Rossi 01Sulla vicenda dell'Ato Toscana costa interviene il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, che mette fretta ai sindaci invitandolo a riunirsi. In caso contrario si rivolgerà alle prefettura "segnalando le inadempienze". "La legge nazionale 152 del 2006 (Norme in materia ambientale), recepita in una legge regionale del 2007, prevedeva – ricorda Rossi - l'istituzione di tre Ato e dava a questi il compito di affidare il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti scegliendo tra tre forme di affidamento: in house; gara di evidenza pubblica; gara per la scelta del socio privato minoritario. Quest'ultima è stata la soluzione deliberata dall'Ato costa".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter