Menu
RSS

Farmacie comunali, crollato il fatturato

IMG 4775Farmacie comunali spa - l’azienda partecipata dal Comune di Lucca al 25,01% - potrebbe chiudere in pareggio il prossimo esercizio. L’annuncio è stato dato oggi (14 novembre) in seno ad una commissione partecipate alla quale hanno preso parte Antonio Da Prato (presidente del consiglio d’amministrazione), Chiara Cecchini (consigliera), Oriana Barsali ed Ermanno Lucchesi (sindaci revisori), Marco Berti (responsabile amministrativo) e, soprattutto, Antonino Rivara (amministratore delegato). Con loro, anche il vicesindaco Giovanni Lemucchi e l’amministratore unico di Lucca Holding, Andrea Bortoli. La società viene da due anni consecutivi di chiusura in perdita, anche se su questo dato incide notevolmente la quota di ammortamento annuale da 266mila euro che deve essere inserita a bilancio. Al 31 ottobre di quest’anno, invece, il saldo appare positivo e, a questo punto, la possibilità di chiudere quantomeno in pareggio (se non con un piccolo utile) appare stagliarsi all’orizzonte.

Leggi tutto...

Rifiuti, l'assessore Natali: "Corretta l'applicazione della Tari a Massarosa"

rifiutiluccaluNessuna errata applicazione del regolamento sulla Tari a Massarosa. Ad assicurarlo è l'assessore al bilancio, Stefano Natali. “A seguito dei numerosi articoli apparsi oggi sui quotidiani nazionali e locali – spiega - vorrei precisare che il comune di Massarosa non fa parte di quei Comuni che, erroneamente, hanno applicato la Tari gonfiata, attraverso un inesatto meccanismo di doppia imposizione per le pertinenze adibite a garage, box, solai, soffitte, cantine eccetera". "Insieme alla dirigente dei servizi finanziari abbiamo immediatamente fatto le dovute verifiche - spiega - che hanno evidenziato la correttezza delle procedure utilizzate dagli uffici del comune per il calcolo della tassa sui rifiuti. I cittadini di Massarosa non hanno quindi pagato nessun importo maggiorato per il servizio”.

Leggi tutto...

Lucchese: ok bilancio al 30 giugno, ora ricapitalizzazione

  • Pubblicato in Sport

bini0Giornata intensa per la Lucchese: l’assemblea dei soci - composta da Città Digitali, Lucchese Partecipazioni, Lucca United e Moreno Micheloni - ha infatti approvato il bilancio al 30 giugno scorso. Ne è emersa una perdita che si aggira intorno ai 400mila euro e che, già nei prossimi giorni, potrà essere coperta (fino al 30 settembre) mediante la ricapitalizzazione del club. Il momento opportuno per quest’ultimo atto - che dovrebbe essere propedeutico al definitivo passaggio di mano del club - potrebbe essere fine mese. In lizza, per acquistare il club rossonero, ci sono ancora tre cordate: quella guidata dall’imprenditore romano Pietro Belardelli (con alcuni soci che escludono a priori questa ipotesi), quella dell’imprenditore di origini umbre Stefano Todini (che appare in vantaggio sui concorrenti) e quella portata avanti dai due avvocati Michele Cioni e Carlo Coscia, emissari di imprenditori pisani.
Un peso specifico imponente, è evidente, lo avrà Lucchese Partecipazioni, la società che detiene l’88 per cento delle quote rossonere ed all’interno della quale Bini, Nannini e Moriconi possiedono la maggioranza. La ricapitalizzazione, in questo senso, potrebbe rappresentare anche l’occasione per sfilarsi dal progetto da parte di alcuni soci di minoranza.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter