Menu
RSS

Cassa integrazione in deroga, anche la Toscana chiede il finanziamento urgente

Il finanziamento della Cassa integrazione e della mobilità in deroga per i periodi maturati e non ancora coperti del 2013 e per tutto il 2014 è un tema improrogabile per evitare che la tensione, determinatasi in molte realtà del Paese, sfoci in un vera e propria emergenza sociale. Lo ha spiegato l'assessore alle attività produttive credito e lavoro della regione Toscana che, nella sua veste di coordinatore delle Regioni per il settore lavoro, è intervenuto oggi su questo nella seduta della Conferenza delle Regioni.  

Leggi tutto...

Lotta all'usura in Toscana, più prevenzione e supporto dalle banche

Ristabilire un rapporto di collaborazione con le banche e potenziare gli strumenti di prevenzione (a partire dalle scuole) sul fenomeno. Sono stati questi gli aspetti principali analizzati stamattina nel corso della presentazione del bilancio di missione 2013 della Fondazione toscana per la prevenzione usura Onlus che si è tenuta stamattina (10 aprile) in Sala Pegaso a Palazzo Strozzi Sacrati. Insieme alla vicepresidente della Regione sono intervenuti il presidente della Fondazione Lelio Grossi, il capo segreteria del viceministro dell'Interno ed il presidente della commissione regionale Abi Toscana Giancarlo Barbieri.

Leggi tutto...

Come fare un curriculum? Ora lo impari su internet con “webinar”

Come imparare a scrivere un curriculum efficace, come utilizzare il web per cercare il lavoro, come affrontare un colloquio di selezione, quali tecniche per la ricerca attiva di un lavoro. Sono i quattro webinar (web seminari) illustrati all'assessore regionale che si occupa di Istruzione e Formazione. A raccontare, nel contesto delle politiche attive verso il lavoro, l'esperienza dei "webinar" sono stati i responsabili del Centro per l'impiego di Poggibonsi - in uno spazio che unisce tre diverse tipologie: scuola di formazione, centro per l'impiego, spazio Trio - che l'assessore ha visitato nell'ambito di un tour per prendere contatto con quanto le istituzioni fanno, in Toscana, per agevolare le persone, giovani o meno, che cercano lavoro.

Leggi tutto...

Si apre la stagione di Nem tra jazz, classica e premi speciali

L'associazione Nuovi Eventi Musicali dà ancora una volta appuntamento agli amanti della musica con un programma fitto di iniziative e diffuso tra i teatro romano di Fiesole, la biblioteca delle Oblate, piazza della Repubblica a Firenze e, per la prima volta, dall'anfiteatro del Museo Pecci di Prato per arrivare infine a Rimini il 10-12 giugno presso il fuori salone del World of Coffee di Rimini Fiera. Una programmazione varia e di qualità , ha voluto sottolineare il suo direttore Mario Setti stamani nel corso della presentazione dell'evento, che a partire dal 29 aprile fino al 24 luglio prossimo, presenta molti appuntamenti tra prime assolute e nuove produzioni, dalla musica classica, al jazz, dal cantautorato d'autore ai progetto speciali. La filosofia e l'obiettivo d'azione sono condivisi dal settore cultura della Regione, che finanzia da sempre questa manifestazione: creare una rete in cui i partecipanti condividano una visione eclettica delle arti, con un'attenzione particolare alla scena artistica contemporanea e alla multidisciplinarità.

Leggi tutto...

Rinnovato l'accordo tra Regione e Soccorso Alpino per la sicurezza in montagna

soccorso in montagnaRinnovato l'accordo tra Regione e Soccorso Alpino e Speleologico Toscano del Cai (Club Alpino Italiano) per garantire il soccorso a tutte le persone infortunate o in stato di pericolo sulla rete escursionistica toscana, in montagna, in grotta, o comunque in ambienti impervi. La convenzione viene stipulata fin dal 2000; la nuova convenzione (con durata fino al 31 dicembre 2016) è stata sottoscritta dall'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni e dal presidente del Soccorso Alpino Roberto Biagi. Nel corso degli anni la sinergia e l'integrazione tra il sistema di emergenza sanitaria territoriale e il Soccorso Alpino e Speleologico Toscano si è progressivamente rafforzata, fino alla situazione attuale, in cui le Centrali Operative 118 e i tecnici esperti del Soccorso Alpino uniscono quotidianamente le loro competenze e le loro forze per soccorrere chiunque si trovi in stato di pericolo sulle montagne toscane. Un elemento qualificante è rappresentato dalla presenza di un tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino, a integrazione delle squadra sanitaria 118 in tutte e tre le basi regionali di elisoccorso, localizzate a Firenze, Grosseto e Massa Carrara. Presenza che è di supporto all'équipe medica dell'elisoccorso su terreno montano, impervio o in ambiente ostile, per il recupero di salme e interventi di ricerca dispersi. Per svolgere le attività previste, il Soccorso Alpino e Speleologico Toscano mette a disposizione specifici materiali, attrezzature tecnologiche, e il proprio organico, composto da tecnici, operatori e medici, unità cinofile di ricerca in superficie e in valanga, brevettate alla Scuola Nazionale del Soccorso Alpino, disponibili ad essere trasportati, all'occorrenza, su tutto il territorio regionale. Per questo servizio, la Regione eroga al Soccorso Alpino un contributo annuale di 450.000 euro. Le prestazioni di soccorso, che nel 2013 sono state oltre 200, sono rese a favore di tutti gli escursionisti presenti sul territorio toscano, in maniera gratuita.

Leggi tutto...

Sospese dalla Regione per un anno le sanzioni per gli ambulanti non in regola con i contributi

Operatori del commercio ambulante, in vigore la nuova legge regionale. A presentarla è il consigliere regionale del Pd, Ardelio Pellegrinotti, che afferma: “È una legge .- dice - he viene incontro a chi sta vivendo forti difficoltà economiche quella che entra in vigore oggi, 9 aprile, con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana, della quale sono stato proponente e primo firmatario. Una legge che non costa nulla ma che anzi è in grado di aiutare concretamente gli operatori del commercio su aree pubbliche, più comunemente definiti ambulanti. La situazione, in moltissimi casi, era divenuta soffocante: per legge infatti le sanzioni amministrative per i commercianti che non dimostrano di essere in regola con i versamenti dei contributi (Durc) comportano la sospensione prima e la revoca poi delle licenze. Il paradosso è evidente: come può riuscire a pagare i contributi chi è costretto a cessare la propria attività? Perché purtroppo molti operatori, impossibilitati a ottemperare questo pagamento nell’arco dei 180 giorni concessi per farlo, hanno dovuto arrendersi e chiudere i battenti. La legge che è entrata in vigore oggi sospende per un anno le sanzioni”. “Dodici mesi - prosegue Pellegrinotti - sono una grossa boccata d’ossigeno per questi lavoratori. Dodici mesi è il termine che l’assemblea regionale ha votato. La mia proposta tentava di estendere a ventiquattro mesi il provvedimento, così come è accaduto nella vicina Regione Liguria. Ha poi prevalso l’urgenza di portare a casa il risultato, purché fosse, e sui dodici mesi, nella seduta del 26 marzo del Consiglio regionale, è stata raggiunta un’intesa ampia e rapida. Tra un anno – bene precisarlo - gli ambulanti dovranno risultare in regola con i versamenti, anche arretrati. Non si tratta di una moratoria. Questa legge permette alle attività, quasi tutte a conduzione familiare, di risalire un po’ la china in un momento di conclamata crisi. La politica ha il dovere di pensare a delle misure che, senza danneggiare nessuno, diano maggiori possibilità di benessere e ritengo che la legge regionale 19/2014 vada inequivocabilmente in questa coraggiosa direzione”.

Leggi tutto...

Droga sintetica per i rave party in Toscana: 5 arresti

Schermata 04-2456753 alle 23.13.42Sono accusati di aver importato droghe sintetiche dall'Olanda e destinata anche ai rave party in Toscana. A poche ore dalla conclusione della mega festa non autorizzata all'ex Mancioli, scattano le manette ai polsi di 5 uomini, di età compresa tra i 26 e i 52 anni, tutti residenti a Firenze e provincia, nell'ambito di una indagine delle squadre mobili di Firenze e Bologna. Sequestrati nel corso delle indagini circa 3 chilogrammi di ecstasy e uno di anfetamina, pari a 20.000 dosi per un valore di 250.000 euro. Destinatari di misura di custodia cautelare in carcere anche i fornitori del gruppo in Olanda, al momento ricercati. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, in un anno i cinque avrebbero importato in Italia circa 15 chilogrammi di droghe sintetiche. Nel gergo del gruppo, Caterinà era il nome in codice per la chetamina, Maddalenà era l'ecstasy e velocità era un altro tipo di sostanza sintetica, lo speed.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter