Menu
RSS

Meningite, in Toscana richiamo per gli adolescenti tra gli 11 e i 18 anni

Un dose di richiamo della vaccinazione per il menigococco C per gli adolescenti da 11 a 18 anni. La introduce una delibera approvata oggi pomeriggio dalla giunta regionale. Delibera che recepisce una proposta formulata la settimana scorsa - su richiesta dell'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni - dalla Commissione regionale per gli indirizzi e le strategie vaccinali. "Per incidere maggiormente sulla diffusione delle malattie invasive da meningococco e garantire una maggior protezione nella fascia dei giovani adulti - spiega l'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni - la delibera aggiorna il Calendario vaccinale, introducendo l'offerta attiva e gratuita di una dose di vaccino coniugato quadrivalente Acw agli adolescenti già vaccinati nell'infanzia, da somministrare nella fascia di età compresa tra gli 11 e i 18 anni, preferenzialmente a 12 anni". Attualmente viene effettuata una sola dose nel secondo anno di vita e nel caso questa non sia stata eseguita, la vaccinazione viene offerta in ogni occasione utile di contatto con i servizi vaccinali.

Leggi tutto...

Progetti educativi zonali, la Toscana delle buone pratiche a scuola si racconta

Si chiamano progetti educativi zonali (Pez) e sono lo strumento che da tre anni, nelle politiche regionali per l'istruzione, sostiene la volontà di far crescere l'intero settore, dall'infanzia alle superiori: si sono concretizzati in un arcobaleno di iniziative per le quali il governo regionale ha distribuito risorse importanti, ripartendole fra le 35 zone in cui è divisa la Toscana dell'istruzione.

Leggi tutto...

Dissesto idrogeologico e tutela del territorio, convegno a Firenze

Dissesto idrogeologico: come trasformare un problema in un'occasione di sviluppo eco-sostenibile e di lavoro? Domani (31 marzo) dalle 9,30 si terrà nell'aula magna del Rettorato dell'Università di Firenze, in piazza San Marco, a pochi giorni dall'approvazione del Pit regionale, una giornata di confronto e di riflessione su Dissesto geologico, lavoro, nuovo modello di sviluppo: dalla tutela del territorio alle nuove forme del costruire. L'evento è organizzato dal Dipartimento di Scienze della Terra, dalla Camera del Lavoro di Firenze, dalla Flc Cgil, dalla Fillea Cgil e dall'associazione Proteo Fare Sapere.

Leggi tutto...

Fittante (Idv): “Tassa di soggiorno, serve indicare l'utilizzo dei proventi”

"La tassa di soggiorno è un'entrata importante per quei Comuni che si vedono costretti a investire ogni anno in modo considerevole per la gestione e il funzionamento delle strutture destinate all'accoglienza e per le iniziative culturali, ma non deve diventare un'entrata aggiuntiva, che si somma alle altre". E' quanto si legge in una nota del segretario regionale dell'Idv Toscana, Giovanni Fittante. "Credo sia bene – continua- indicarne la destinazione e l'impiego, cioè finalizzarne i proventi perché non vorremmo che finisse per diventare un onere fiscale in più, in grado di proporsi come disincentivo, anche se più psicologico che economico. Occorre dunque procedere guardando a una politica di buon governo – conclude Fittante- razionalizzando la spesa e illustrando le modalità di utilizzo dei proventi della tassa".

Leggi tutto...

Artigianato artistico, bando per giovani tirocinanti

I giovani che fanno tirocinio nelle botteghe che operano nei settori delle lavorazioni artistiche e tradizionali potranno usufruire di un rimborso spese dalla Regione. Lo ha deciso la giunta regionale che ha modificato la normativa sui tirocini retribuiti (Giovanisì) in modo da assicurare l'intera copertura. La proposta, resa operativa dall'accordo fra Regione Toscana, Cna e Confartigianato, si è tradotta in un bando che verrà pubblicato dal 1 aprile. Domani (31 marzo), l'evento di presentazione del bando, presso la Sala della Scherma, alle ore 14, Fortezza da Basso a Firenze.

Leggi tutto...

Smontate le accuse della Cgil alla dirigente Di Martino: "La sua pubblicazione? E' per il futuro concorso per dirigenti scolastici"

Accusata dalla Flc Cgil Toscana, Antonietta Di Martino, dirigente scolastico del Primo circolo di Rivoli, in provincia di Torino, attraverso i suoi legali si difende dalle illazioni del sindacato che aveva fatto il suo nome in un esposto, in qualità di membro della commissione del concorso per dirigenti scolastici. Nel mirino del sindacato era finita una pubblicazione della dirigente che sempre secondo Cgil sarebbe stata tra i testi consigliati per il concorso. Falso, secondo i legali di Antonietta Di Martino, che chiariscono la situazione. "Il progetto editoriale in questione - spiega l'avvocato Francesco Dal Piaz - è stato concepito un anno fa, in vista del futuro concorso a Dirigente scolastico, e non di quello attuale, secondo le nuove modalità previste dalle bozze di Regolamento che sono circolate nel web e comunicate dagli stessi sindacati del comparto scuola; trattasi dunque di opera già prevista e senza alcuna attinenza con il concorso di cui la mia cliente è commissaria, relativo ad un bando del 2011".

Leggi tutto...

Multa annullata se l'animale è in stato di necessità: a Pisa sentenza 'storica'

empoli giudice di pace 1Si intravedono spiragli per la tutela degli animali come "esseri senzienti", segnali che provengono direttamente dal cuore della Toscana. Con sentenza 249/15, infatti, il Giudice di Pace di Pisa ha accolto il ricorso avanzato dal proprietario di un gatto in grave pericolo di vita - e poi deceduto -, multato per eccesso di velocità durante il trasporto dell'animale presso un veterinario, nel tentativo estremo di salvargli la vita. L'uomo, nell'impugnare la sanzione, aveva invocato lo stato di necessità, rappresentando come sul territorio non esistessero mezzi di soccorso da poter eventualmente chiamare per il trasporto d'urgenza del felino, come previsto dall'articolo 177 del CdS . Il Giudice di Pace di Pisa gli ha dato ragione e nell'annullare il verbale ha ammesso che "è vero che lo stato di necessità così come ritenuto dalla legge e dalle correnti giurisprudenziali richiede che il soggetto in pericolo imminente sia una persona fisica, mentre nel caso di specie il fatto concerne un animale", ma anche, spingendosi oltre, che "la stessa legislazione penale ha visto in tempi recenti un inasprimento delle pene per i maltrattamenti di animali, manifestando quindi un'attenzione a considerare l'animale, soprattutto quello domestico, come qualcosa di più di una mera res, anche se certamente non può parlarsi dell'animale come di un soggetto portatore di diritti alla stregua dell'essere umano".
In relazione alla multa, il Giudice ha inoltre rilevato che nel caso di specie debba applicarsi il principio giurisprudenziale secondo cui "in tema di sanzioni amministrative, non è sufficiente che siano accertati gli estremi oggettivi della violazione, ma occorre altresì, per l'affermazione di responsabilità, che la condotta sia almeno colposa, e la colpa è esclusa quando, secondo il disposto del secondo comma dell'art. 3 L. 689/81, la violazione è commessa per errore sul fatto non determinato da colpa dell'agente" (Cass. sez. III, 12.5.2000, n. 6111). Il ricorrente, a sostegno delle proprie richieste, aveva invocato diversi precedenti. Fra questi, la sentenza del Giudice di Pace di Chieti, del 26 maggio 2011, n. 369 (Giudice: De Tiberiis – D.L. c/ Prefettura di Chieti), ravvisante lo stato di necessità, e quindi la causa di esclusione della responsabilità, per il trasporto di animale in imminente pericolo di vita, e la n. 1/2012 con cui il Giudice di Pace di Offida aveva accolto il ricorso promosso da un medico veterinario, multato per eccesso di velocità mentre, contattato da una cliente, si recava tempestivamente presso la stessa, per prestare soccorso al suo cane in imminente pericolo di vita, e in condizioni così gravi da non poter essere in alcun modo trasportato. In merito, il giudice aveva rilevato come, in materia di stato di necessità e soccorso stradale, già l'art. 31 della Legge 120 del 29/07/2010, integrando il comma 1 dell'art. 177 del Codice della Strada, avesse demandato ad un decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti l'individuazione sia delle condizioni per cui il trasporto di un animale in grave stato di salute possa essere considerato in stato di necessità, anche se effettuato da privati, sia la documentazione da esibire all'atto di controllo da parte delle autorità di polizia stradale, riconoscendo così di fatto il principio generale dello stato di necessità.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter