Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 86
Menu
RSS

Qualità e ricerca nell'agricoltura: 11 progetti finanziati dalla Regione Toscana

olioPorteranno soluzioni innovative e valorizzeranno le qualità salutistiche, nutrizionali e la rintracciabilità dei prodotti agroalimentari d'eccellenza della Toscana.
Sono gli 11 progetti finanziati dalla Regione, grazie alla sinergia fra l'assessorato all'agricoltura e quello alla ricerca, per un importo di 1 milione e 340 mila euro circa, su un costo tostale di 1 milione e 920 mila euro circa. Il finanziamento della Regione copre il 70 per cento del costo totale.
I progetti sono stati presentati stamani in sala Pegaso, nella sede della presidenza della Regione Toscana. Presente oltre all'assessore all'agricoltura ed agli esperti dei due assessorati della Regione, i rappresentanti dei partner di progetto, aziende private, enti di ricerca, università e associazioni accomunati da un obiettivo: valorizzare la qualità e la tracciabilità delle produzioni toscane, avvalersi delle tecnologie di ultimissima generazione, sfruttare le potenzialità e le caratteristiche delle molecole presenti nei prodotti agroalimentari della Toscana, per produrre alimenti che fanno bene alla salute, garantire la sicurezza della catena alimentare, valorizzare il legame del prodotto con il territorio, il suo paesaggio e la sua storia, puntare all'ampliamento della gamma commerciale grazie a prodotti innovativi.
E' la nuova frontiera della scienza e dell'innovazione collegate al settore agroalimentare e la Toscana intende percorrerla da protagonista.
Il bando al quale hanno partecipato gli 11 progetti ad oggi finanziati, realizzato attraverso la collaborazione e le risorse dei due assessorati (agricoltura e università e ricerca) ha visto una grande partecipazione. Sono stati infatti 54 i progetti presentati, 18 basati sulle proprietà salutistico -nutrizionali degli alimenti, 2 su tecnologie e strumenti per la sicurezza della catena alimentare, 17 sulla valorizzazione della qualità in rapporto al territorio, all'arte, al paesaggio alla cultura e alla storia, 5 sulla tracciabilità, 4 sulla produzione di alimenti innovativi che puntano ad ampliare la gamma commerciale. Altri 13 progetti hanno interessato più aree tematiche. Le imprese che hanno dichiarato la disponibilità ad una partecipazione attiva sono state 180 e 23 di esse si sono impegnate anche a fornire un contributo economico.
Oggi, durante l'incontro di presentazione è stato ribadito come tutti i progetti pervenuti fossero risultati meritevoli di finanziamento. Gli 11 progetti che sono stati presentati questa mattina hanno come oggetto: olio e vino (sono numerosi i progetti sulla filiera olearia e olivicola e viti-vinicola), tartufo bianco, pesce, settore ovino, latte, birra, mirtillo dell'appennino toscano e altri prodotti tipici toscani. I progetti, ai quali adesso si comincerà a lavorare operativamente, saranno presentati in occasione di Expo 2015 di Milano, l'evento intitolato "Nutrire il pianeta, energie per la vita", che sarà la vetrina d'eccezione per dare visibilità alla creatività e all'innovazione, coniugate alla tradizione, nel settore dell'agroalimentare.

Leggi tutto...

Toscana, anche Arpat in campo contro lavoro nero ed evasione

Per contrastare sommerso ed economia illegale scende in campo anche l'Arpat, l'agenzia regionale di protezione ambientale della Toscana, che potenzierà e riorienterà i proprio controlli. L'idea era stata lanciata dal presidente della Toscana alcune settimane fa: utilizzare gli ispettori dell'Arpat (come già i tecnici della prevenzione delle Asl in tema di sicurezza sul lavoro) per combattere lavoro nero e irregolarità. Oggi (31 marzo) la giunta regionale ha approvato il progetto ad hoc inserendolo nel piano annuale di attività dell'agenzia: un progetto speciale da 211 mila euro che prevede controlli ambientali mirati su quattro settori delle filiera rifiuti, ovvero industrie tessili, rottami, vivaismo e trasporto di rifiuti liquidi su gomma.

Leggi tutto...

Italia deferita alla corte Ue per i diritti dei pendolari, Rossi: "Governo e parlamento si diano una mossa"

Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha commentato la decisione della Commissione Ue che oggi (28 marzo) ha deferito l'Italia alla Corte Europea per non aver recepito la normativa in materia di diritti dei passeggeri del trasporto ferroviario. Per il presidente governo e ferrovie "hanno abbandonato ormai da tempo il servizio regionale, quello che ogni giorno trasporta 3 milioni di passeggeri". Ed è per questo che ha scritto lettere e inviato report a ministri e parlamentari denunciando pubblicamente - con dati alla mano, da oltre sei mesi - "una situazione diventata insostenibile". L'ultima volta ieri al Forum sul Trasporto pubblico regionale dove ne ha parlato sia con il ministro dei trasporti e l'amministratore delegato di Ferrovie.

Leggi tutto...

Toscana, ok al nuovo calendario scolastico: prima campanella il 15 settembre

L'anno scolastico 2014-2015 in Toscana comincerà lunedì 15 settembre. L'ultima campanella suonerà il 10 giugno. I giorni di scuola saranno complessivamente 208. Questi i punti cardine del nuovo calendario scolastico sul quale la Regione, dopo un'approfondita concertazione, ha trovato un accordo con il mondo della scuola e le parti sociali. L'accordo sarà sottoposto all'approvazione della giunta da parte dell'assessore all'istruzione formazione e università in una delle prossime sedute. L'assessore Emmanuele Bobbio si dice soddisfatto, perchè si tratta di un accordo che fissa delle regole per il calendario scolastico, definendo con precisione, per il prossimo e per gli anni a venire, l'avvio, la sospensione e la fine delle lezioni.

Leggi tutto...

Il sindacato Usb attacca: “Basta con i tagli ai vigili del fuoco”

Vigili del fuoco in agitazione, anche in Toscana, per la nuova proposta di riforma per il Corpo. “Dopo la riforma con la legge 252 del 2004, i Vigili del Fuoco si sono visti tagliare lo stipendio e i propri diritti - attacca il sindacato Usb -, non solo, si è assistito ad un tracollo nel dispositivo di soccorso, con sperpero di denaro per progetti inutili, acquisto di mezzi ed attrezzature inidonei, mancanza di una visione certa che ci collochi all’interno di un progetto più ampio di protezione civile, come quello che l'Usb da anni propone ai vari Governi”.

Leggi tutto...

Una app per visitare il museo nazionale etrusco di Chiusi

app museo tablet 1Itinerari guidati o a visita libera a scelta fra dieci temi e circa 90 oggetti, collezioni, immagini (più di 500), video e appuntamenti. La soprintendenza per i beni archeologici della Toscana presenta l’app-guide del museo nazionale etrusco di Chiusi, l’applicazione interattiva per dispositivi Android e Apple (su quest’ultima attiva nei prossimi giorni). La prima app dedicata interamente ad un museo statale e pubblicata dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per promuovere l’arte e la cultura attraverso nuovi strumenti di comunicazione.

Leggi tutto...

Sabatini bis, ecco come funziona il credito agevolato del ministero dello sviluppo economico

Le imprese toscane che vorranno accedere alle agevolazioni concesse dalla legge Sabatini bis, uno strumento per il credito finanziato dal ministero dello Sviluppo economico per complessivi 2,3 miliardi, potranno avvalersi di una garanzia fornita gratuitamente dalla Regione. La decisione è stata presa per consentire alle piccole e medie imprese toscane di cogliere l'opportunità offerta dalla Sabatini bis, in una fase in cui persistono le difficoltà di accesso al credito per le piccole e piccolissime imprese e mentre da parte della Regione si sta procedendo, come annunciato, ad un ripensamento del sistema delle garanzie e degli incentivi che ha reso necessario un momentaneo stop. I fondi per i quali per il momento non è possibile fare domanda sono: il  Fondo rotativo per la concessione di finanziamenti a tasso zero, con particolare riferimento a quello per le imprese artigiane, il fondo di garanzia "Emergenza Economia", la garanzia e il contributo in conto interessi previsti da Fare impresa (Giovanisì).

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter