Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 86
Menu
RSS

Committenza, Uncem Toscana: "Attività dei Comuni a rischio paralisi"

Uncem Toscana esprime forti preoccupazioni per il rischio di paralisi dell’attività dei Comuni, determinato dall’entrata in vigore della legge 89 del 2014 in merito all’acquisizione di lavori, beni e servizi che non potranno più essere svolti dai Comuni (tranne i capoluoghi) ma dovranno far capo ad un nuovo soggetto “aggregatore”. La norma dunque prevede il divieto per i Comuni non capoluogo di provincia di acquisire lavori, servizi e forniture in assenza di una centrale unica di committenza, e si stabilisce che l’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici non rilasci il Codice Identificativo Gara (Cig) ai Comuni non capoluogo di provincia che acquisiscano lavori, servizi e forniture senza che questi si uniscano, costituiscano un accordo consortile, ricorrano ad un soggetto aggregatore o alle Province. L’unica alternativa prevista, laddove possibile, è l’acquisto di beni e servizi attraverso il Mepa e la Consip spa. 

Leggi tutto...

"Piccoli prestiti", verso la modifica della legge: più beneficiari e meno vincoli

Una modifica della legge 45 che prevede piccoli prestiti per i lavoratori e le lavoratrici che hanno necessità di chiedere alle banche un finanziamento per fronteggiare una fase di difficoltà economica. Lo chiederà al consiglio regionale la giunta, su proposta dell'assessore alle attività produttive credito e lavoro Gianfranco Simoncini, che si è incontrato oggi con le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil impegnandosi a presentare quanto prima il provvedimento. "Cerchiamo – spiega Simoncini – di rispondere maggiormente al bisogno sociale ampliando la platea dei beneficiari, innalzando la fascia di reddito dei soggetti interessati. Tale strumento purtroppo si rivela oggi ancora utile per sostenere i lavoratori che hanno perduto il lavoro e hanno biosgno di un aiuto concreto per andare avanti. Situazioni di questo tipo sono, purtroppo, molto frequenti in questo periodo di crisi protratta, sia in conseguenza dei ritardi dello Stato nell'erogazione della cassa integrazione e nel trasferimento dei fondi per la cassa integrazione in deroga".

Leggi tutto...

Fratelli d'Italia dice no al Piano Paesaggistico: "Legittime proteste dei cavatori apuani"

“Abbiamo espresso voto negativo ad un piano che a nostro avviso è il solito documento cerchiobottista, tipico di questa Regione, che scontenta tutti e sceglie di non decidere in maniera chiara e coraggiosa su cosa valorizzare sul territorio". Questi il commento dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Marcheschi, Donzelli e Staccioli sull’adozione del Piano Paesaggistico, dibattuta oggi (2 luglio) in Consiglio Regionale. "Nonostante il lavoro fatto dal Consiglio - proseguono -, grazie anche al centro destra, per correggere un atto che si era presentato ideologico e vetero-ambientalista, sono ancora troppi i nodi da sciogliere. Riteniamo che siano ancora pochi i Comuni che hanno realizzato lo tsunami che sta per abbattersi su di loro, e siamo quindi in attesa delle loro osservazioni che seguiranno l’adozione. Per quanto riguarda la questione delle alpi Apuane e dell’industria del marmo, sarebbe bastato leggere e ricordare l’articolo 131 del Codice Ambientale, dove si legge che ‘per paesaggio si intende quelle parti del territorio i cui caratteri distintivi derivano dalla natura, dalla storia umana o dalla reciproche interrelazioni’, per rivalutare e considerare legittime le proteste dei cavatori della zona delle Apuane, che da sempre fanno parte di quel paesaggio e che temono di non vederci un futuro né in termini di lavoro né in termini di prospettive”.

Leggi tutto...

Forum Toscano dei Movimenti per l'acqua: "Nogarin presidente di Ait"

Il Forum Toscano dei Movimenti per l’acqua auspica che il neo Sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, subentri nella carica di Presidente di Ait (Autorità Idrica Toscana). "Si tratterebbe di un legittimo avvicendamento con il Sindaco livornese uscente, Alessandro Cosimi, come previsto dallo statuto dell’autorità stessa - spiega il Forum -. Sarebbe perciò da ritenersi deprecabile qualsiasi manovra volta ad impedire al nuovo eletto l’assunzione del ruolo presidenziale in Ait. I Comitati toscani dell’acqua nutrono importanti aspettative nei confronti di Nogarin, per i suoi pronunciamenti personali che dimostrano attenzione e condivisione riguardo a una gestione pubblica e partecipata del servizio idrico, sancita a livello popolare dai referendum del 2011. Si dichiarano quindi pronti a sostenere e collaborare con lui, su questo tipo di visione e di pratica politica".

Leggi tutto...

Gambetta Vianna (Ncd): "Caccia, da ridurre il numero degli Atc"

Gli Atc (Ambiti territoriali di caccia) sono 19 e nati in “un contesto sociale, economico e culturale molto diverso rispetto all’attuale”, un contesto “non più attuale”. C’è quindi “necessità di rivederne le caratteristiche strutturali ed organizzative fondamentali”, c’è bisogno “di pensare e operare al più presto una radicale riforma del sistema degli Atc”. E in tutto ciò “non possiamo poi trascurare le dinamiche istituzionali in corso di definizione relative alla tematica Province e alla sorte delle competenze loro affidate tra cui la caccia”. La Regione si pone l’obiettivo “di avviare la riforma del sistema degli Atc toscani”; una riforma che “deve riguardare sicuramente tutti gli aspetti organizzativi e gestionali del settore ed è intenzione della Giunta Regionale avviare il processo di revisione”. È in estrema sintesi quanto contenuto nella risposta dell’assessore all’agricoltura, che ha competenze anche in materia di caccia, Gianni Salvadori, all’interrogazione presentata dal capogruppo di Pt/Nuovo Centrodestra, Antonio Gambetta Vianna.

Leggi tutto...

Piano di indirizzo regionale, le associazioni di categoria: “Si poteva fare di più”

Confcommercio e Confesercenti Toscana al momento si dichiarano non del tutto soddisfatti per i contenuti del Documento di piano del Pit con valenza di piano paesaggistico in particolare per le parti che riguardano la programmazione delle medie e grandi strutture di vendita. “E’ sicuramente apprezzabile, in particolare, la conferma degli strumenti di programmazione delle grandi strutture e delle aggregazioni delle medie - sottolineano le categorie - visto che la recente sentenza della Corte Costituzionale demanda ogni forma di pianificazione alla normativa urbanistica. Sentenza che ha destato molta preoccupazione. Per questo aspetto avrà un ruolo fondamentale anche la modifica della legge 1/05 sul governo del territorio, ovvero la attuale proposta di legge 282 che è all’esame della Sesta Commissione e che nella stesura attuale, riteniamo tendente ad una liberalizzazione troppo spinta, escludendo le associazioni imprenditoriali da ogni forma di partecipazione nella formulazione degli atti di programmazione delle Pubbliche Amministrazioni per gli insediamenti commerciali”.

Leggi tutto...

Separazione bancaria, la Toscana approva e invia la legge al Parlamento

"Un primo importante passo per combattere la crisi, al fianco dei cittadini". Con queste parole il consigliere regionale Gabriele Chiurli di Democrazia Diretta commenta l'approvazione a larga maggioranza della proposta di legge al Parlamento per l'introduzione del principio di separazione bancaria, sul modello del Glass-Steagall Act.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter