Menu
RSS

Scuola, l'assessore Bobbio scrive alla Giannini: “Regione e Governo collaborino”

“Condividiamo in pieno gli obiettivi ed in particolare i principi che li sostengono a partire dal riconoscimento che " serve una buona scuola perché l'istruzione è l'unica soluzione strutturale alla disoccupazione, l'unica risposta alla nuova domanda di competenze espresse dai mutamenti economici e sociali" e che "dare al paese una buona scuola significa dotarlo di un meccanismo permanente di innovazione, sviluppo, e qualità della democrazia". Lo scrive l'assessore regionale toscano all'istruzione, Emmanuele Bobbio, a Stefania Giannini, ministro dell'istruzione, università e ricerca. La lettera prende spunto dall'esame, avvenuto nella nona Commissione della Conferenza delle Regioni e Province autonome coordinata dallo stesso Bobbio, del rapporto governativo su La buona scuola.
Lavoriamo insieme – è questo il messaggio che l'assessore regionale invia al ministro – per costruirla perchè "l'evoluzione e l'innovazione del sistema educativo rappresentano la priorità per lo sviluppo economico e sociale dell'Italia".

Leggi tutto...

Giurlani (Uncem Toscana) ai sindaci dei comuni montani: "Insieme per nuove politiche di sviluppo"

"In una fase così delicata di riforme istituzionali, si apre una nuova stagione che metterà al centro le politiche per la montagna e le esigenze dei piccoli comuni montani e rurali". Così il presidente di Uncem Toscana Oreste Giurlani in rappresentanza dei Comuni ed enti montani si rivolge agli amministratori dei territori montani e rurali per affrontare, insieme, tutte le questioni tanto care alla montagna, quanto fondamentali per la tenuta del sistema economico, sociale e di garanzia di servizi ai cittadini. "Come Uncem – aggiunge Giurlani – saremo impegnati da subito con le altre istituzioni per portare avanti politiche di sviluppo per la montagna e perequazione territoriale. La Toscana, come del resto gran parte del Paese, da sempre soffre la mancanza di una politica specifica per la montagna, che sommata al taglio completo delle risorse in diversi settori (welfare, sanità, scuola, trasporto pubblico locale) e alla crisi economica che stiamo attraversando, rischia di vanificare gli sforzi compiuti e gli importanti risultati conseguiti nel corso degli anni".

Leggi tutto...

La Toscana ha la nuova legge elettorale, ma il Pd si spacca

foto203Ripristino delle preferenze, con la possibilità di esprimere un doppio voto di genere, un minilistino facoltativo a livello regionale limitato a soli tre candidati, ballottaggio (primo esempio per le elezioni regionali) in caso che nessun candidato presidente di Regione non raggiunga il 40 per cento, premio di maggioranza e soglie di sbarramento differenziate. Questi i principali aspetti della nuova legge elettorale della Toscana, ribattezzata Toscanellum, frutto di un accordo tra Pd, Forza Italia e parte della maggioranza. Il nuovo sistema elettorale disegnerà la nuova assemblea regionale toscana che passerà dagli attuali 55 a 40 consiglieri.

Leggi tutto...

Appalti storici, Bernardini (Filcams Cgil): "Risorse assegnate ma ancora nessun servizio richiesto"

Forte preoccupazione da parte di Filcams Cgil per come sta procedendo la vicenda degli appalti storici delle pulizie delle scuole. Nonostante l'accordo sottoscritto al Ministero il 28 marzo scorso, infatti, sono a rischio i posti delle lavoratrici e dei lavoratori. La Filcams Toscana denuncia come a causa dei ritardi nelle richieste, da parte delle scuole, dei servizi aggiuntivi previsti dal decreto "Scuole Belle", rischia di essere messo in discussione quanto previsto dagli accordi sottoscritti da tutte le parti, che prevedono il mantenimento dei livelli occupazionali e di reddito delle 1074 lavoratrici e lavoratori degli appalti di pulizia e sorveglianza delle scuole toscane. L'incontro tenuto martedì (9 settembre) tra l'Ufficio Regionale Scolastico, la Dussmann (azienda titolare dell'appalto) e Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltrasporti Uil ha confermato le preoccupazioni espresse dai sindacati. Infatti, a pochi giorni dalla ripresa dell'anno scolastico, pochissime scuole, solo 4 su 137, hanno richiesto i servizi aggiuntivi per i quali il governo ha individuato risorse economiche aggiuntive, che per la Toscana ammontano a un milione e 250mila euro, e che devono servire per mantenere i posti di lavoro e le retribuzioni dei lavoratori e migliorare il decoro delle scuole.

Leggi tutto...

Rossi: mi ricandido anche con un rinvio a giudizio

enricorossiIl presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, proprio nel giorno in cui Monitor Regioni gli assegna la palma di governatore più gradito di tutta Italia con oltre il 56% delle preferenze, sgombra ogni dubbio e annuncia che si ricandiderà a governatore della Toscana anche in caso di rinvio a giudizio nell'ambito dell'inchiesta per il “buco” dell'Asl di Massa. "Certo che mi ricandido, anche con un rinvio a giudizio - ha detto Rossi - . La magistratura fa il suo compito e credo che ci si debba sottoporre ai giudizi come già successo per il Parlamento o per esponenti del Governo". Rossi lo dichiara anche alla luce degli accadimenti in Emilia Romagna, dove la corsa per le primarie del Pd di Matteo Richetti si è bloccata in concomitanza con un avviso di garanzia per peculato. L'inchiesta dell'Asl di Massa "influisce per niente sulla mia ricandidatura”, sostiene Rossi, che è sotto indagine per falso ideologico per il buco dell'azienda sanitaria locale: “Sulla Asl di Massa - ha detto - sono state fatte tutte le verifiche e noi siamo in una botte di ferro da questo punto di vista".

Leggi tutto...

Ripartono le scuole, Ceccarelli scrive a Rfi: “Risolvere le criticità delle tratte”

"Con la riapertura delle scuole, in programma in Toscana il 15 settembre, il servizio ferroviario regionale tornerà a svolgere in pieno la propria funzione essenziale nel garantire un diritto irrinunciabile per ogni cittadino quale quello alla mobilità". E' quanto scrive l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli nella lettera inviata oggi a Trenitalia e a Rfi, ponendo l'accento sul lavoro comune che in questi giorni si sta effettuando "con grande impegno, sulla base dell'intesa recentemente raggiunta, per creare le condizioni affinché siano risolte al più presto alcune gravi criticità che provocano quotidianamente disservizi all'utenza del trasporto regionale".
"E' un percorso - prosegue Ceccarelli - che abbiamo condiviso e che sappiamo essere impegnativo, ma assolutamente necessario e non più rinviabile. Sono certo che Trenitalia e Rfi abbiano fatto quanto nelle loro possibilità per garantire - a chi utilizza ogni giorno il treno per andare a scuola o al lavoro, o per qualsiasi altra ragione - un servizio in linea con quanto previsto dall'attuale contratto di servizio, già proiettato verso gli obiettivi più ambiziosi che sono stati inseriti nella recente intesa".
L'assessore ai trasporti si augura anche "che si stia facendo tutto quanto necessario per porre rimedio alle situazioni che hanno fatto registrare un decadimento della qualità del servizio nei mesi estivi, su numerose linee regionali, alcune delle quali normalmente considerate non critiche. Certo che ciascuno si impegnerà al massimo - conclude Ceccarelli - auguro a tutti buon lavoro".

Leggi tutto...

Il Pdci regionale: “Irricevibile la legge elettorale proposta dal Pd per la Toscana”

Una legge elettorale toscana “irricevibile”. Così la definisce la segretaria regionale del Pdci, Lucia Mango che commenta: “La legge elettorale proposta dal Pd presenta senza dubbio punti apprezzabili di miglioramento rispetto a quella precedente, tra i quali l'abbassamento della soglia di sbarramento interna alle coalizioni che superano il 10 per cento, l'abbassamento del numero di firme necessario alla presentazione delle liste, la divisione di Firenze in più collegi, la reintroduzione delle preferenze. Rimangono tuttavia limiti, che speravamo potessero essere superati e che rendono questa nuova legge a nostro parere irricevibile, dato che le soglie di sbarramento al 10 per cento per le coalizioni e al 5 per cento, per le liste che si presentano autonomamente o che partecipino a coalizioni che non superano il 10 per cento, inficiano il principio dell'eguaglianza del valore del voto che ciascun cittadino esprime”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter