Menu
RSS

Rapporto Irpet, meno figli in Toscana. Barni: "Quadro complesso"

Monica Barni"Un quadro complesso, dove non mancano dati incoraggianti, con le donne che studiano di più e con un più alto tasso di occupazione, ma che ci raccontano anche criticità: la più preoccupante riguarda la natalità in calo e la maternità vissuta come un ostacolo al lavoro. Una situazione che per essere contrastata ha bisogno di una politica sistemica". Così la vice presidente ed assessore alle pari opportunità della Toscana, Monica Barni, commenta l'anteprima sul rapporto di genere che uscirà tra un paio di mesi, realizzato dall'Irpet. "Vorremmo poter leggere che il tasso di occupazione delle donne non è più inferiore a quello degli uomini - avevano sottolineato stamani aprendo l'iniziativa – vorremmo poter leggere che il gap retributivo tra i due sessi si è azzerato e che le donne non sono più sottorappresentate nelle posizioni che comportano responsabilità politiche ed economiche. Vorremmo che le donne non siano più sole a sostenere il peso delle attività di cura della casa , dei figli e degli anziani autosufficienti. Purtroppo non è così, complice la crisi economica certo ma anche il riemergere di un certo tipo di cultura sessista e stereotipata che pensavamo fosse morta. Su questo abbiamo fatto purtroppo qualche passo indietro".

Leggi tutto...

Suap più semplici, scuole connesse e cloud per Comuni

ToscanaDigitale"L'agenda digitale deve diventare pane quotidiano per la politica e le istituzioni". L'assessore ai sistemi informativi della Toscana, Vittorio Bugli, conclude la mattinata di Toscana Digitale di oggi (10 marzo) al cinema La Compagnia di Firenze con un occhio a Bruxelles e ai fondi del piano Junker. "Il 28 e 29 marzo saremo lì anche per capire meglio le opportunità, finora forse sottovalutate, a disposizione per microinnovazione, start up ed altri progetti". 

Leggi tutto...

Innovazione, Bugli: "Toscana faccia comunità"

Assessore Vittorio BugliLe infrastrutture sì certo, perché sono necessarie. Ma non basta solo la fibra o la banda larga e ultra larga, su cui la Toscana ha investito e sta investendo, non bastano nuovi e più servizi pubblici on line che pure ci sono e crescono per fare innovazione e creare una Toscana davvero più digitale. "Occorre fare comunità" dice dal palco del Cinema La Compagnia a Firenze l'assessore ai sistemi informativi della Regione Vittorio Bugli, riecheggiando un po' le parole di Zuckerberg, il fondatore di Facebook". "E fare comunità – prosegue Bugli - è qualcosa dal sapore antico che in Toscana, nonostante i noti campanili, sappiamo fare. Così come in Toscana grazie all'attivismo di tante imprese abbiamo percorso a passai veloci il cammino verso la società dell'informazione e il mercato globale. La storia di internet in Italia passa da qui, grazie alle università e ai centri di ricerca ed eccellenza. Non si sono dubbi". L'importante, conclude, è fare squadra. Inizia con un appello alla collaborazione e alla "creazione di un grande laboratorio diffuso" la giornata di Toscana Digitale, che a Firenze Regione e Anci, l'associazione dei Comuni, hanno organizzato oggi per fare il punto sugli interventi da mettere in campo, i tempi e le priorità per costruire una regione più digitale. "Lo raccogliamo volentieri e senza indugi" commenta ancora dal palco il presidente di Anci Toscana (e sindaco di Prato) Matteo Biffoni.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter