Menu
RSS

Pari opportunità, si presentano i dati in Toscana

pugnaliniUna ricerca pensata e voluta per iniziare a riflettere sulla nuova governance nel territorio del contrasto alla violenza sulle donne, soprattutto dopo la dismissione delle Province che costituivano un nodo importante nella rete organizzativa. È quella approntata da Anci toscana e Giunta regionale, i cui dati sono stati forniti in anteprima questo pomeriggio (6 novembre) durante la seduta della Commissione regionale pari opportunità, presieduta da Rosanna Pugnalini. A illustrarli, assieme ai ricercatori che hanno condotto l’indagine, la vicepresidente della giunta regionale Monica Barni.
Come ha spiegato l’assessore, sono stati organizzati incontri in tutte le province toscane per ascoltare gli operatori dei centri antiviolenza e i vari soggetti coinvolti per capire come, dopo il venir meno di un pilastro come le province, si siano ristrutturate le relazioni di rete e le modalità di intervento. Dalla descrizione ottenuta si passerà successivamente all’analisi e, attraverso i tavoli tecnici di lavoro, alla valutazione e alla proposta dei cambiamenti necessari.

Leggi tutto...

Regione, corsi formazione per personale musei

barniGestire un punto vendita in un museo? Utilizzare i social per richiamare pubblico a visitare le sale? E poi la potenza della narrazione: ma come ‘si raccontano' un percorso museale e i suoi tesori? Utili suggerimenti potranno arrivare dai tre corsi che stanno per partire, promossi e finanziati dalla Regione Toscana per tutte le strutture di rilevanza regionale, organizzati con la collaborazione della Fondazione del Museo del tessuto di Prato. Sono settantacinque i posti complessivamente a disposizione e le lezioni gratuite. "I musei hanno bisogno di stare al passo con i tempi. La nostra battaglia è quella di accrescere la partecipazione culturale – spiega la vice presidente ed assessore alla cultura della Toscana, Monica Barni - Le statistiche ci raccontano infatti che su cento persone, settanta non hanno mai visitato né un museo né una biblioteca. Dobbiamo incuriosirle. E sapere intrecciare più linguaggi, un uso adeguato dei social media o dei giusti registri narrativi possono costituire strumenti importantissimi per avvicinare nuovi pubblici".

Leggi tutto...

Barni a Lubec: "In Toscana cultura diffusa e accessibile"

asa12La cultura fa bene. Rende le società più coese, ne aumenta la fiducia e le rende più aperte alle differenze e alle novità. Dire se si tratti di un rapporto di causa-effetto è difficile, ma i due fenomeni si realizzano contestualmente, è evidente. Le analisi lo confermano. E per questo è importante investire sull'accessibilità alla cultura, per questo va accresciuta l'offerta ma soprattutto la fruizione, tema al centro dell'azione della giunta regionale toscana da due anni a questa parte. Di cultura e democrazia e di cultura e partecipazione – di cultura e economia anche, ma gli 89 miliardi di euro con cui pesa sul Pil nazionale non può essere l'unica chiave di lettura – si è parlato oggi al LuBeC, l'evento al Real Collegio che da tredici anni a Lucca, ogni ottobre, prova a misurare il polso al sistema culturale italiano, raccontandone evoluzioni e metamorfosi.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter