Menu
RSS

Diritto allo studio universitario: borse al cento per cento

studenti universitariBorse di studio erogate a tutti gli aventi diritto e ad un numero sempre maggiore di studenti, incremento del numero di alloggi disponibili nelle residenze universitarie e aumento del contributo affitto, mantenimento del numero di pasti consumati nelle mense e miglioramento della qualità, riduzione dei costi di gestione e funzionamento. Lo sforzo della Regione Toscana ha garantito, anche nel 2017, un forte investimento sul diritto allo studio universitario. A certificarlo è il bilancio di previsione 2018 appena approvato dell'azienda regionale per il diritto allo studio. "La Toscana è una Regione - spiega la vice presidente e assessore alla cultura università e ricerca Monica Barni - che anche nell'anno accademico 2017-2018 assegnerà le borse di studio a tutti gli studenti idonei. Nonostante la crescente difficoltà a reperire le risorse, ci siamo fatti un punto di impegno nel mantenere inalterato questo traguardo, fondamentale per rendere davvero concreto un diritto sancito dalla nostra Costituzione. Ma non ci siamo limitati a questo, perchè abbiamo aumentato le borse servizi per coloro che non rientrano nelle fasce di reddito previste per la borsa e investito in generale su alloggi e mense e introdotto la carta unica dello studente per omogeneizzare i servizi in tutti gli atenei della regione. L'investimento su questo fronte è cresciuto, con una spesa aggiuntiva di circa 1 milione e mezzo rispetto allo scorso anno. A fronte di tutto questo, la mininima riduzione sul valore complessivo della borsa, che non supera un valore medio di 80 euro, ci sembra una misura sostenibile pur di non dover negare a qualcuno il beneficio. Non appena si sbloccheranno nuove risorse ci ripromettiamo di rimetterle in gioco, guardando soprattutto alle fasce più disagiate della popolazione studentesca".

Leggi tutto...

Pacchetto scuola, soddisfatte tutte le richieste

banchi scuola2 t3Tutte le famiglie che hanno fatto domanda e che, risultando idonee, sono entrate in graduatoria per il contributo previsto dal Pacchetto scuola 2017-2018, potranno presto incassarlo. Sono state appena concluse le procedure di liquidazione delle risorse grazie alle quali potrà essere attribuito a chi ne ha fatto richiesta un sussidio per l'acquisto di libri, materiale didattico, attrezzatura, spese di trasporto. I beneficiari sono gli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado che hanno fatto domanda ai rispettivi Comuni. Si tratta di 26.114 studenti toscani, con Isee compreso fra 0 e 15mila euro, che riceveranno importi individuali per un ammontare complessivo di oltre 5 milioni di euro e che riusciranno a rispondere a tutte le domande idonee pervenute.

Leggi tutto...

Iva e diritto allo studio, Barni: priorità è mantenere i servizi

Barni5Valutare l'impatto che potrà avere sui bilanci degli enti per il diritto allo studio universitario la questione relativa all'applicazione dell'Iva sui servizi agli studenti, ma soprattutto decidere insieme quali iniziative adottare perché questi servizi non siano tagliati. Questo l'obiettivo dell'incontro che stamani a Roma ha riunito gli enti e gli organismi del diritto allo studio universitario, alla presenza di Monica Barni, vicepresidente della Regione Toscana e coordinatrice, per le materie del diritto allo studio, della commissione Istruzione, formazione e lavoro della Conferenza delle Regioni. L'emendamento alla cosiddetta manovrina votato nelle scorse settimane dà infatti una interpretazione definitiva sulla esenzione del pagamento dell'Iva sulla ristorazione e sulle residenze universitarie, ma lascia aperti diversi problemi per tutti gli importi del passato e su diversi aspetti futuri.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter