Menu
RSS

Alternanza scuola-lavoro e apprendistato, due intese con l'obiettivo di migliorare l'occupazione giovanile

grieco1Due protocolli d'intesa, interlocutori diversi ma un unico comune obiettivo: dare gambe a quel modello di formazione basato sull'alternanza tra scuola e lavoro, ispirato dalla realtà tedesca ma declinato in un contesto come quello italiano e toscano assai diverso, e basato anche sullo strumento, più ampio e rinnovato, dell'apprendistato. Due protocolli per avvicinare la scuola al lavoro e il mondo del lavoro alla scuola, provando in questo modo a contrastare disoccupazione giovanile – in Toscana il 34 per cento alla fine del 2016 - e la dispersione scolastica, fornire ai ragazzi competenze ancorate in modo migliore alle esigenze produttive e in linea con lo sviluppo economico. Certo, facendo i conti anche con la struttura produttiva toscana, che in gran parte fa perno su micro e piccole imprese.

Leggi tutto...

Sgravi fiscali per le imprese che fanno ricerca

arton24896Continua da parte del Ministero dello Sviluppo Economico la massima attenzione a stimolare e supportare innovazione e ricerca e sviluppo alle aziende sulla scia delle direttive di Industria 4,0. Anche per il 2017 ha attuato lo sgravio fiscale del credito d’imposta R&S e tra le maggiori novità apportate c’è l’aumento della percentuale di contributo che sale al 50% su spese sostenute nell’anno solare. E in questo senso Idea Service di Lucca fornisce alcuni chiarimenti agli interessati.

Leggi tutto...

Sostegno alle imprese, la Regione punta sui fondi comunitari

consiglioregionaledueI finanziamenti comunitari a sostegno della piccola e media impresa, previsti dal Por-Fesr 2014-2020, sono stati al centro dell’audizione dei dirigenti di settore da parte della Commissione istituzionale per le politiche europee e gli affari internazionali, presieduta da Tommaso Fattori (Sì-Toscana a Sinistra). “Ho ritenuto necessario far avere alla Commissione un quadro aggiornato degli interventi regionali di sostegno alle imprese e una fotografia dello stato dell’arte rispetto agli impegni previsti nel piano operativo del fondo europeo di sviluppo regionale 2014-20 – ha spiegato il presidente in apertura dei lavori - Si tratta di risorse pubbliche ingenti erogate a favore delle imprese, i cui effetti dovranno successivamente essere monitorati con attenzione. Il tutto in un quadro in cui finalmente anche l’Unione Europea riconosce la necessità di dotarsi di politiche industriali”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter