Menu
RSS

Agorà della scienza, il via dedicato alla morìa di api da miele

agoraL'Agorà della scienza inizia il suo terzo anno di attività il prossimo 20 gennaio con un seminario dedicato agli squilibri che l'arrivo di specie 'aliene' sta provocando agli eco-sistemi locali. Nello specifico si parlerà della morìa delle api da miele - che rischia di danneggiare irreversibilmente l'apicultura nazionale - a seguito della diffusione della Vespa velutina, un temibilissimo predatore delle api originario del sud-est asiatico.

Leggi tutto...

Miele, annata da dimenticare in Lucchesia

api come producono mieleAnnata drammatica per le api e per il miele lucchese. La lista di imprevisti che hanno dovuto affrontare gli apicoltori è lunghissima: siccità, varroa, gelate primaverili, insetti alieni e fioriture anticipate. L’annata degli alveari, in provincia di Lucca, così come nel resto della Toscana, sarà ricordata come una delle peggiori di sempre con produzioni più che dimezzate, in alcuni casi addirittura azzerate (-80%). Le prima avvisaglie c’erano già state in estate con la siccità arrivata dopo le diffuse gelate primaverili che avevano già lasciato intravedere gli effetti inaspettati di un’altra stagione anomale. A fornire il quadro è Coldiretti sulla base della ricognizione tra le imprese associate.

Leggi tutto...

Siccità, in calo del 50 per cento la produzione di miele

mieleTemperature roventi e siccità hanno fatto sprofondare del 50 per cento la produzione di miele toscano. A parlare della situazione estremamente critica del settore è la Confagricoltura con Gianluca Ghini, che fa parte anche dell’associazione toscana apicoltori: “E’ stata un’annata devastante per il miele toscano – commenta Ghini - la stagione estiva ha danneggiato enormemente il settore dell’apicoltura perché il grande caldo che ha fatto innalzare le temperature anche sopra i 40 gradi e il periodo prolungato di siccità hanno ucciso una gran parte delle api, ma il clima rovente ha influito negativamente anche sulle fioriture. Le api rimaste non hanno trovato sufficiente nutrimento, la quantità di nettare e polline è stata nettamente inferiore a quella degli altri anni”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter