Menu
RSS

Siccità, Acque Spa sollecita ordinanze anti-spreco

SiccitaDopo molti mesi senza pioggia, la Toscana si trova ad affrontare un’importante crisi idrica. Il 16 giugno la Regione ha dichiarato lo stato di emergenza idropotabile. Il presidente di Acque Spa, Giuseppe Sardu, si è associato quest’oggi (23 giugno) all’invito dell’Autorità idrica Toscana, al fine di sollecitare le amministrazioni comunali del Basso Valdarno e della Piana di Lucca, gestiti dalla società, a emettere un'ordinanza per vietare gli utilizzi dell’acqua della rete idrica diversi da quello alimentare, igienico-sanitario e idro-potabile, fino alla cessazione del periodo di criticità.
Quella appena conclusa è risultata la seconda primavera più calda mai registrata in Italia dal 1800, con un’anomalia di +1.9°C rispetto alla media del periodo e un deficit di piogge del 50%. Come rilevato dal Cnr, il semestre dicembre 2016 - maggio 2017 è risultato il quinto più secco degli ultimi due secoli. Alla luce di questi dati, Acque Spa riserva grande attenzione al monitoraggio della risorsa idrica. Al momento non emergono situazioni di particolare gravità per l’approvvigionamento delle aree urbane, generalmente rifornite da sistemi acquedottistici di medio-grandi dimensioni e da acque di falde profonde mentre appare più delicata la situazione nelle aree collinari e nelle frazioni isolate, dove i sistemi acquedottistici sono alimentati da fonti di approvvigionamento più superficiali che risentono dell’assenza di precipitazioni.

Leggi tutto...

Fit Cisl: "Fs fa shopping all'estero ma non investe in Toscana"

trenipendolari"Perché se Fs ha così tante risorse da fare shopping internazionale, non le investe piuttosto nel miglioramento della rete italiana? Solo in Toscana servono almeno 3/400 milioni di investimento per completare opere indispensabili".  E’ la domanda che il segretario generale della Fit-Cisl toscana, Stefano Boni, rivolge ai vertici di Fs, ma anche al governo e al parlamento, indirizzando una lettera aperta ai parlamentari toscani. Nella missiva Boni dice di non condividere “le scelte dell’amministratore delegato del gruppo Fs che, con i nostri soldi va a giro per il mondo acquisendo una volta un pezzo delle ferrovie inglesi (circa 80 milioni di euro), da un’altra parte le ferrovie greche (circa 45 milioni di euro) e creando società ad hoc per entrare in nuovi business all’estero”.

Leggi tutto...

Ceccarelli alla Uil: "Gara Tpl fatta in ossequio alle norme europee"

bus"Mi sembra che la Uil trasporti sia distratta", ha detto l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli commentando le dichiarazioni critiche rilasciate alla stampa da esponenti del sindacato riguardo alla gara per l'assegnazione del servizio di trasporto pubblico in Toscana. "Ad oggi - ha spiegato Ceccarelli - ogni grado di giudizio ha confermato la correttezza degli atti compiuti dalla Regione. Anche l'ultima sentenza del Tar dice che il percorso di gara è stato ben gestito, compresa la recente richiesta ai contendenti di ripresentare i piani economici e finanziari (Pef). Il Consiglio di Stato non ha espresso un parere negativo, ma ha sentenziato di non poter decidere sull'argomento rimandando la questione alla Corte Europea. Inoltre, nella smania del 'te l'avevo detto', la Uil dimentica che la gara unica regionale per il trasporto pubblico su gomma è stata fatta dalla Regione non per un capriccio, bensì in ossequio alle normative europee, su mandato di Comuni e Province, che sono i detentori delle competenze in materia. E con lo scopo di mantenere e mighliorare un servizio pubblico essenziale, che a seguito della diminuzione delle risorse statali disponibili non sarebbe più stato possibile mantenere efficiente. La gara unica ha indotto la Regione a mettere risorse dal proprio bilancio, quasi 700 milioni per futuro contratto di servizio, che altrimenti non sarebbero oggi disponibili".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter