Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 86
Menu
RSS

I rappresentanti dell'Ente nazionale sordi ricevuti dal prefetto, chiesto il riconoscimento della lingua dei segni

Oggi (12 novembre) il prefetto Giovanna Cagliostro ha ricevuto, su richiesta una delegazione costituita dal presidente provinciale dell'Ente Nazionale Sordi di Lucca Vincenzo Pierucci e dal vice presidente Antonio Della Maggiora, i quali, a seguito del presidio indetto in Piazza Napoleone hanno richiesto che la prefettura si faccia portavoce al governo della loro richiesta volta al riconoscimento ufficiale alla Lis (la lingua dei segni), segnalando l'esistenza di varie proposte di legge in materia, all'esame dei due rami del parlamento. Gli interessati hanno consegnato un documento illustrativo delle problematiche al Prefetto, che confermando la propria disponibilità in favore delle categorie deboli, si è impegnata a inoltrare ai competenti organismi centrali e regionali.

Leggi tutto...

Patriarca (Cnv) in commissione alla Camera: "Più risorse per i servizi sociali"

Prima giornata di audizioni nella commissione affari sociali della Camera dei Deputati per la legge delega del governo sul terzo settore. Per tutta la giornata di oggi (lunedì 10 novembre) si sono susseguiti gli interventi dei principali stakeholder di settore che hanno fornito la loro visione e il loro contributo sui punti fondamentali della legge delega, seguiti con il live twitting di media e comunicatori di settore che hanno raccontato le audizioni con l'hashtag #3settoreriforma. "Interventi lucidi e puntuali -afferma il presidente del Centro Nazionale per il Volontariato e membro della commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati Edoardo Patriarca- che dimostrano grande attesa e voglia di partecipazione da parte del terzo settore su questa riforma. Abbiamo registrato una complessiva convergenza diffusa nei confronti del progetto del governo, in particolare sulle questioni chiave come quella del servizio civile, su cui è fondamentale che il governo trovi le risorse necessarie, senza trascurare alcuni elementi di preoccupazione e di necessità di maggiore sviluppo su cui si dovrà lavorare nei prossimi mesi".

Leggi tutto...

A Montecatini il decimo convegno sulla sindrome di Poland

L'associazione italiana sindrome di Poland organizza Collaborare per Crescere il prossimo 8 e 9 novembre a Montecatini all'Hotel Belvedere per tornare a parlare della sindrome di Poland, una malattia rara nella decima edizione di un convegno medico scientifico curato dall'assocaizione .
Due giornate per la manifestazione che si appresta a dare il via ai lavori chiamando, come sempre, a raccolta non solo i più alti esponenti della ricerca e della medicina per la Poland, annoverata tra le malattie rare, ma anche i tanti operatori sanitari, volontari e i portatori della sindrome, accompagnati dalle rispettive famiglie, per offrire a ciascuno la possibilità di contribuire alla ricerca e ricevere allo stesso tempo, il giusto sostegno per affrontare un percorso a volte non troppo facile.
L'incidenza della malattia sulla popolazione è di un caso ogni ventimila persone. Anche se al momento l'origine della patologia è ancora sconosciuta, sembrerebbe preferire il sesso maschile caratterizzandosi per anomalie ai muscoli del torace e di un arto superiore. Malformazioni più o meno gravi che possono raggiungere la mancanza totale delle costole, della ghiandola mammaria, della mano e delle dita e anomalie del rachide.
"Le persone colpite dalla sindrome - spiega Eva Pesaro presidente Aisp - possono avere uno sviluppo normale sia sotto il profilo fisico che quello psicologico, se si escludono le difficoltà di convivenza con gli altri e dell'accettazione di se. La diagnosi della Poland è clinica e a oggi non è stato ancora mappato un possibile gene responsabile, pertanto sino ad ora non se ne conoscono con certezza le cause".
Sul palco per il saluto d'apertura , insieme al presidente della associazione ligure anche Pierluigi Santi presidente Comitato Tecnico Scientifico AISP e Direttore –unità operativa di Chirurgia Plastica Ircss Ist San Martino – Genova.
Invitati dall'associazione al tavolo dei relatori per dibattere sull'argomento e sulle ultime novità scientifiche, in rappresentanza dell'Istituto Giannina Gaslini di Genova Michele Torre (Specialista Chirurgia Pediatrica il Vice e Presidente Comitato Tecnico Scientifico AISP) e Maria Victoria Romanini per la chirurgia plastica Ricostruttiva.
Direttamente da Genova, inoltre, relatrici sul tema "Immagine corporea e qualità dei vita nei pazienti con Sindrome di Poland" Ilaria Baldelli (Dell'Unità operativa Chirurgia Plastica Ircss Ist San Martino) e Lucia Spada psicologa del Cemp . A Montecatini, Infine, per il centro pedagogico EMILE (Genova) anche la direttrice Patrizia BALDRIGHI.
Per approfondire Il caso della Sindrome di Poland e le malattie rare AISP ha invitato ancheFranco Rondoni, specialista in pediatria responsabile della Struttura Semplice Dipartimentale Ospedale Città di Castello.
Tra gli argomenti proposti dalla Onlus e portati all'attenzione del pubblico il progetto recentemente avviato con Il network della Biobanche Genetiche Telethon, spiegato da Mirella Filocamo, Coordinatrice del network delle Biobanche Genetiche di Telethon di Genova e Federico Bardi ( referente Progetto Biobanche AISP).
"Nella giornata di domenica 9 - spiega Eva Pesaro – tutti i portatori di Poland, qualora lo ritenessero opportuno, potranno, aderire al progetto attraverso prelievi di sangue da destinare a Biobanche. Partecipare è importantissimo perché permette di sostenere concretamente la ricerca e migliorare la qualità della vita di chi ne è affetto". Chiude i punti all'ordine del giorno la presentazione ai soci del bilancio sociale Aisp per i primi dieci anni di attività con intervento di Eva Pesaro e Andrea Carobene.
Un' occasione d'incontro pensato per una grande famiglia, così come amano definirsi i soci Aisp che, provenienti da ogni parte d'Italia, si accingono al decimo appuntamento armati di tanto cuore e voglia sincera di regalare un'opportunità.
"Siamo una cordata – dichiara Eva Pesaro - ci piace vederci rappresentati così, dove per salire ognuno ha bisogno dell'altro, e nello stesso tempo nessuno sarà lasciato indietro, tutti tesi alla meta comune conquistata e meritata dallo sforzo complessivo. La nostra Associazione nasce con l'intento di fornire supporto sia a livello relazionale che concreto alle persone affette dalla sindrome e ai loro familiari. In questi 10 anni di attività abbiamo cercato di non fermarsi agli aspetti medico-scientifici, adoperandosi per dare rilevanza anche agli aspetti personali, familiari e relazionali. E' importante che ciascuno di noi cooperi insieme con tutti oltre che nelle attività che già ci impegnano, anche nello scambio reciproco per allargare la consapevolezza del nostro cammino personale".
Anche quest'anno, quindi, il convegno rappresenterà una tappa importante per tutti i partecipanti che, nel corso delle due giornate avranno modo di confrontarsi per affrontare il problema con coraggio e serenità.
A partire dalle prime ore della mattinata di domenica laboratori di manualità, improvvisazione teatrale, musica, lezioni di country, piscina condotti da volontari AISP (adulti e adolescenti) e da operatori del settore saranno a disposizione delle famiglie per condividere esperienze finalizzate alla conoscenza e alla sperimentazione corporea. Incontri a tema, inoltre, con professionisti esperti della psicologia, pedagogia, antropologia e giurisprudenza consentiranno ai partecipanti di guardare alla difficoltà non più come ostacolo ma come opportunità di crescita.

Leggi tutto...

Servizio civile, 18 posti con il Cnv: ultimi giorni per fare domanda

Ultime ore per di apertura per il bando di servizio civile regionale che offre ai giovani tra i 18 e i 30 anni l'opportunità di vivere un'esperienza formativa della durata di un anno in associazioni di volontariato ed enti locali. Sono 18 i posti a disposizione del Centro nazionale per il volontariato: Gruppo volontari carcere di Lucca (4 posti), Ascolta la mia voce (Capannori, 2 posti), Oratorio di Sant'Anna (2 posti), Comune di Pizza al Serchio (2 posti), Comune di Gallicano (2 posti), Comune di Porcari (2 posti), Comune di Borgo a Mozzano (2 posti), Comune di San Romano in Garfagnana (2 posti). Le domande potranno essere presentate entro le ore 18 di mercoledì (28 ottobre) presso la sede del Cnv, in via Catalani 158 (Sant'Anna, Lucca). I giovani selezionati sarà offerto un rimborso mensile di 433,80 euro, copertura assicurativa ed eventuali crediti formativi. Ai moduli di domanda dovranno essere allegati la fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità, copia della tessera sanitaria, curriculum vitae, copia di titoli di studio e attestati conseguiti. E' importante ricordare che può essere presentata una sola domanda di partecipazione per un solo ente (o associazione) e per un solo progetto. Tutte le informazioni sulle sedi di impiego, l'opuscolo informativo, il bando di selezione e la domanda di partecipazione sono scaricabili dal sito centrovolontariato.net.

Leggi tutto...

Percorsi sensoriali oltre la vista con Scuola Superiore Sant'Anna e Uic Lucca

Vedere oltre la vista per valutare le qualità intrinseche di un frutto utilizzando il gusto, l'olfatto e il tatto. A compiere le analisi "sensoriali" sono un gruppo di persone, di età compresa tra 25 e 65 anni, con difficoltà nella vista e che fanno parte dell'Unione italiana ciechi e ipovedenti della sede provinciale di Lucca, coinvolte nel progetto dell'istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant'Anna, coordinato dalla ricercatrice Susanna Bartolini, con l'assegnista di ricerca Eleonora Ducci, portato avanti con il contributo finanziario della Fondazione Banca del Monte di Lucca e del Comune di Capannori. Le persone che vedono oltre la vista sono state arruolate nel progetto che vuole individuare e valorizzare i frutti di nicchia tipici della provincia di Lucca, come pesche, susine, mele, pere.

Leggi tutto...

Quattro posti per il servizio civile con il Gruppo Volontari Carcere

Scadrà il 28 ottobre il termine per la presentazione delle domande per il progetto di servizio civile Andare Oltre le Sbarre, a cura del Centro nazionale per il volontariato e da svolgersi presso il Gruppo Volontari Carcere. “Vuoi spendere 12 mesi in un modo diverso e interessante? - si legge nell'annuncio - Ti piacerebbe osservare da vicino una realtà di cui tanto si parla ma che pochi conoscono veramente? Partecipa anche tu come volontaria e volontario del servizio civile regionale al progetto Andare Oltre le Sbarre”. Questo è il sesto progetto di servizio civile che l'associazione Gruppo Volontari Carcere andrà a realizzare e si pone in diretta continuità con quello realizzato nel 2014 Reclusi ma non Esclusi. Attraverso queste esperienze nell'arco di poco meno di un decennio ben 25 giovani hanno vissuto un anno lavorando nell'area della pena e potendo quindi sviluppare un'esperienza unica.

Leggi tutto...

Giovanni Romano a Lucca parla della cooperativa L'Arcolario di Siracusa

Giovedì 16 ottobre a partire dalle 19,30 in via delle Folle Manzi Vorno al Rio la cooperativa Solidando e l'Associazione Nuova Solidarietà Equinozio ospiteranno Giovanni Romano presidente de "L'Arcolaio" di Siracusa, cooperativa sociale di tipo che ha aderito alla campagna del Solidale Italiano Altromercato e che dal 2003 opera all'interno della Casa Circondariale di Siracusa, dove si tostano e confezionano mandorle. Al centro dell'incontro l'esperienza di riscatto e rispetto della persona, del lavoro, la fiducia nel futuro.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter