Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 86
Menu
RSS

Anche l'arcivescovo di Lucca alla Route degli scout

IMG 8406Si è conclusa oggi la Route nazionale dell’Agesci a San Rossore: 30.000 giovani tornano a casa portando con loro un’esperienza straordinaria, un momento di vita indelebile, ma anche un rinnovato impegno responsabile di cittadinanza piena. Gli scout sono stati raggiunti al telefono dalla voce del Santo Padre: “Vi auguro che queste ‘strade di coraggio’ che sono diritte al futuro, siano per voi un grande bene. Il coraggio è una virtù, un atteggiamento dei giovani. Il mondo ha bisogno di giovani coraggiosi, non timorosi; di giovani che si muovono sulla strada, non che siano fermi”. Se il cammino iniziato con la Route nazionale non si fermerà, “questa sarà la vostra vittoria, il vostro lavoro per aiutare a cambiare questo mondo, a renderlo migliore”. E ha concluso: “Cari giovani, ragazzi e ragazze, vi saluto da qui e vi auguro il meglio: non abbiate paura, non lasciatevi rubare la speranza, la vita è vostra: è vostra per farla fiorire, per dare frutti a tutti. L’umanità vi guarda; guarda voi in questa strada di coraggio.”

Leggi tutto...

Patriarca (Cnv): “Lo scoutismo fa bene al nostro Paese”

"Una scuola di cittadinanza da cui il nostro Paese deve continuare ad imparare per ricominciare a crescere in tutte le sue dimensioni". Edoardo Patriarca, presidente del Centro Nazionale per il Volontariato (Cnv), parlamentare e già presidente nazionale Agesci, sottolinea il valore della Route nazionale in corso in questi giorni a San Rossore e si appella al Paese perché guardi non solo agli aspetti "di colore" del mega raduno, ma sappia ascoltare le voci che vi provengono. "Lo scoutismo è uno degli ambiti di aggregazione che fanno bene al nostro Paese perché alleva e forma persone consapevoli, crea cittadini attivi, prepara i giovani a vivere una vita guidata da valori positivi sia nella sfera privata sia in quella pubblica e in particolare quando si assumono ruoli di responsabilità politica. I nostri simboli hanno molto da insegnare al Paese: la strada che abbiamo davanti è impegnativa e la dobbiamo percorrere con ottimismo e coraggio, nonostante tutte le difficoltà".

Leggi tutto...

Falsi invalidi, interrogazione al ministro del parlamentare e presidente Cesvot Federico Gelli

Sapere a quanto ammontano i risparmi per la spesa relativa alle indennità di invalidità previsti dalla legge di stabilità per il 2013,  conoscere i risparmi ottenuti con i controlli effettuati nello stesso anno e di quanto si intenda aumentare il fondo per le non autosufficienze da distribuire nell'anno in corso. E’ quanto richiede, attraverso un’interrogazione parlamentare rivolta al ministro del lavoro e delle politiche sociali, il presidente di Cesvot e parlamentare del Pd Federico Gelli, mobilitato dopo la recente vicenda di un “falso invalido” di 56 anni di Pontedera, in provincia di Pisa, che ha riportato alla ribalta il problema degli abusi e delle distorsioni nel sistema dei sostegni economici statali alle persone affette da disabilità. In particolare, l’uomo, ufficialmente non vedente, è stato scoperto dalla Guardia di Finanza mentre passeggiava da solo, accompagnava la figlia a scuola e faceva shopping. Lo stesso è ora accusato di truffa ai danni dello Stato e gli sono stati sequestrati i beni per risarcire l'erario di oltre 47mila incassati illegittimamente. Dal 2011 il falso cieco riceveva infatti un assegno di circa 1.200 euro al mese. Nell’interrogazione si auspica inoltre la promozione di forme di maggiore coinvolgimento delle associazioni che si occupano di persone affette da invalidità, così da ottenere una più efficace azione di contrasto al fenomeno dei falsi invalidi da parte delle autorità competenti.

Leggi tutto...

Report Istat sul lavoro volontario, il record va al Nord

6,63 milioni di volontari stimati operativi, di cui 4,14 attivi in organizzazioni. Il Nord Italia segna il record di tasso di volontariato (16%) e il Sud quello più basso (8,6%). La prima quantificazione del lavoro volontario è stata pubblicata oggi da Istat, CSVnet e Fondazione Volontariato e Partecipazione con la diffusione del report "Attività gratuite a beneficio di altri" e svela tutti i numeri del fenomeno volontario in Italia, tratteggiandone le caratteristiche.

Leggi tutto...

Manca sangue, appello Avis per la donazione prima delle vacanze

Manca sangue e le scorte si stanno esaurendo. La carenza sta iniziando ad essere preoccupante, soprattutto per quanto riguarda le emazie dei gruppi negativi. La partenza per le vacanze estive non deve farci dimenticare di programmare la donazione a favore di chi è meno fortunato e soffre di patologie gravi.
La Toscana è tra le regioni con il maggior numero di donazioni, ma anche tra quelle dove si fa un grande uso di sangue, per gli alti livelli quali-quantitativi raggiunti dalla sanità toscana. Il maggior bisogno di sangue è legato all’incremento delle attività di eccellenza (trapianti, interventi chirurgici maggiori, cardiochirurgia, centro grandi ustionati di Pisa), dall’attività di assistenza alla patologia oncologica, dal continuo aumento dell’attrazione di pazienti da altre regioni, oltre al progressivo aumento dell’età media della popolazione. A ciò si devono aggiungere le disposizioni impartite dal Centro Nazionale Sangue di esclusione temporanea dalla donazione (28 giorni) per il West Nile Virus rivolte a tutti i donatori che abbiano soggiornato anche solo per una notte nelle province e negli stati nei quali le zanzare sono portatrici del virus.

Leggi tutto...

La Diocesi di Lucca cerca animatore di comunità per il progetto Policoro

La Diocesi di Lucca intende realizzare nel suo territorio l’esperienza ecclesiale del progetto Policoro: tale esperienza, promossa dall’Ufficio Nazionale Cei per i problemi sociali e del lavoro, dal servizio nazionale per la pastorale giovanile e da Caritas italiana, sperimenta da oltre 15 anni, intorno al grave problema della disoccupazione giovanile, percorsi di evangelizzazione e formazione per la promozione di una nuova cultura del lavoro e dei rapporti di reciprocità tra le chiese in Italia.

Leggi tutto...

Associazioni di volontariato sempre più solide e affidabili. Anche per le banche

Le organizzazioni di volontariato in Italia gestiscono le proprie risorse in maniera oculata e sono economicamente e finanziariamente affidabili. Secondo lo studio presentato oggi (16 luglio) a Roma a Palazzo Altieri e realizzato dalla Fondazione Volontariato e Partecipazione in collaborazione con il Centro Nazionale per il Volontariato e il Banco Popolare, l'81,5 per cento delle organizzazini di volontariato ha chiuso l'ultimo esercizio in pareggio o leggero utile. Le organizzazioni di volontariato riescono sempre di più a differenziare le fonti di entrata e a saldare i propri debiti, nonché a riscuotere i crediti verso terzi, nel rispetto dei tempi stabiliti. Solo il 2,2 per cento del campione intervistato dichiara di avere difficoltà nei pagamenti di debito e il 2,6 per cento a riscuotere crediti verso privati. Un vantaggio competitivo che sta generando interesse da parte del mondo bancario che fino ad oggi ha guardato poco al volontariato come ad un universo da apprezzare e sostenere con politiche creditizie che ne riconoscano il valore.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter