Menu
RSS

Gender, iniziativa nelle scuole dei genitori per il consenso informato preventivo

WhatsApp Image 2017 06 13 at 19.14.06 660x400Parte oggi (6 novembre) e andrà avanti fino al prossimo 11, anche in provincia di Lucca, la Settimana per la libertà di educare, un’iniziativa che vuole rilanciare il "fondamentale principio della libertà educativa", sostiene il comitato Difendiamo i nostri figli.

"Con questa azione intendiamo chiedere al Miur e alle singole istituzioni scolastiche di riconoscere ufficialmente il diritto al consenso informato preventivo per tutte le iniziative che affrontano quei temi sensibili e controversi – spiega il comitato -  come l’educazione affettivo-sessuale e di genere, che hanno a che fare con le fondamentali scelte educative dei genitori, e che devono quindi essere da loro pienamente condivise: chiediamo che la loro libertà di scelta venga rispettata. Questo strumento è la più efficace modalità per favorire la corresponsabilità educativa di tutti nel rispetto del primato educativo della famiglia, della libertà di insegnamento dei docenti e dei diritti di bambini e ragazzi. Chiederemo che sia esplicitamente formalizzato l’obbligo per le scuole di fornire per ciascun progetto dettagliate informazioni sulle attività proposte e di recepire il consenso/dissenso delle famiglie alla partecipazione degli alunni, e l’ obbligo di predisporre la possibilità di esonero e di attività didattiche alternative se questi progetti sono svolti nel normale orario di lezione, secondo specifiche modalità organizzative. Invitiamo a consegnare e far protocollare nella settimana dal 6 all’11 novembre 2017 presso le segreterie delle scuole dei vostri figli – sempre secondo le modalità di un dialogo costruttivo – la richiesta di informativa e di recepimento del vostro Consenso Informato Preventivo sulle iniziative scolastiche collegate a tali temi".

1 commento

  • Tiziano
    Tiziano Sabato, 11 Novembre 2017 23:30 Link al commento

    BENE. UNA INIZIATIVA DA DIFFONDERE PER LA LIBERTA' DI EDUCAZIONE E DI PAROLA CONTRO LE LOBBIES DEL PENSIERO UNICO SPONSORIZZATO DA QUESTO GOVERNO, CHE NON FA L'INTERESSE DEI CITTADINI.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter