Menu
RSS

Misericordie, Maria Pia Bertolucci nel direttivo nazionale

Maria Pia Bertolucci 5 1E' il toscano Roberto Trucchi, della Misericordia di Albinia, ad essere stato confermato oggi ad Assisi presidente nazionale delle Misericordi d'Italia. E toscani sono altri 13 membri del direttivo nazionale, che resterà in carica per i prossimi 4 anni. L'assemblea nazionale ha confermato nel Consiglio nazionale anche il presidente della Federazione regionale delle Misericordie della Toscana Alberto Corsinovi, della Misericordia di Lastra a Signa. Gli altri eletti toscani sono Maria Pia Bertolucci della Misericordia di Capannori, Monica Brogi della Misericordia di Campi Bisenzio, Pierluigi Ciari della Misericordia di Empoli e Luciano Corti della Misericordia di Poggibonsi. Nel Collegio dei probiviri ci sono Francesco Pagliai di Empoli, Enrico Della Bella di Antignano, Luigi Nannipieri di Navacchio e Vincenzo Grassi di Sarteano. Per il Collegio dei sindaci revisori ci sono Lorenzo Polvani di San Giovanni Valdarno ed Enrico Benelli di Prato, nel Consiglio dei saggi Gabriele Brunini di Borgo a Mozzano e Clemente Zileri Dal Verme di Firenze.

Leggi tutto...

Baldacci (La Destra) alla Bertolucci: “La sconfitta alle urne? Ognuno riconosca i suoi errori”

Giovanni Baldacci, responsabile provinciale de La Destra, si rivolge all'ex candidato sindaco di Capannori per il centrodestra Maria Pia Bertolucci, con una lettera in cui difende l'impegno della coalizione che l'ha sostenuta. Facendo riferimento alle esternazioni e alle considerazioni fatte dalla Bertolucci, già all'indomani della sconfitta alle urne. 

Leggi tutto...

Capannori, scontro sulla surroga della Bertolucci. Forza Italia: “Usati due pesi e due misure”

Capannori, è ancora bufera sulla surroga in consiglio comunale - prevista per domani mattina - di Maria Pia Bertolucci, candidata a sindaco, sconfitta alle elezioni, e che ha già presentato le sue dimissioni. A rincarare la dose è il gruppo consiliare di Forza Italia a Capannori. “Il gruppo consiliare di Forza Italia, sebbene non abbia titolo per dire quale sia il criterio legalmente corretto per surrogare il candidato sindaco non eletto dimissionario - si sottolinea -, ha la possibilità di dire con certezza che nel 2010, in occasione delle dimissioni di Lorenzo Matteucci, ed ora, in occasione delle dimissioni di Maria Pia Bertolucci, sono stati utilizzati due criteri diversi. Due pesi, due misure per due diverse interpretazioni che guarda caso penalizzano sempre il nostro partito. Le due letture, abilmente costruite, infatti ci penalizzano sempre”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter