Menu
RSS

Corsi per l'uso dei defibrillatori con la Uil

defibrillatore"Per salvare una vita a volte basta poco ma servono prima di tutto conoscenza e rapidità di intervento, in particolare quando si parla di arresti cardiaci. La formazione è una leva strategica formidabile non solo come aggiornamento professionale ma anche come investimento per chi cerca un impiego". A sostenerlo sono Pietro Casciani segretario provinciale Uil fpl e Francesco Caneva istruttore Blsd. Per questo la Uil Fpl di Lucca sta organizzando una serie di corsi (per sanitari o laici) per esecutore Basic life support & defibrillation (Blsd) per imparare a effettuare il primo soccorso con l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico, sia adulto sia pediatrico. Le lezioni si svolgeranno nelle sedi della Uil di Lucca Versilia e Garfagnana: i partecipanti impareranno a effettuare la respirazione cardiopolmonare con il supporto del defibrillatore automatico, sempre più diffuso nelle strutture pubbliche e private, secondo le linee guida internazionali che sono fornite dall’American Heart Association. Al termine del corso sarà consegnato un attestato riconosciuto a livello nazionale e internazionale ed è un titolo valido anche per partecipare ai concorsi pubblici nazionali e nelle forze armate; è valido anche per strutture pubbliche e private (decreto Balduzzi). Ai partecipanti, inoltre, saranno riconosciuti 20 crediti formativi per Educazione continua in medicina (Ecm) con l’accesso alla piattaforma Opes Formazione per operatori sanitari. Sarà inoltre fornita una maschera di emergenza per rianimazione (pocket mask) e il manuale didattico dell’American heart association. Le iscrizioni sono già aperte: le date e orari saranno comunicati successivamente il numero massimo di un corso sarà di 6/12 partecipanti . Per informazioni e preiscrizioni contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Leggi tutto...

Uil Fpl: “Cause all'Asl, troppi rischi per il personale”

medici ospedaleNegli ultimi anni le richieste di danno in ambito sanitario si sono estese sempre più ad altre figure professionali oltre al medico: infermieri, caposala, operatori sociosanitari e anche personale amministrativo. Si tratta di un cambiamento al quale molti operatori del comparto non sono ancora pronti. Pietro Casciani, segretario territoriale Uil Fpl di Lucca, approfondisce il problema: “Da una parte la ormai cronica carenza di personale e i carichi di lavoro in costante aumento, dall'altra la precarietà della macchina organizzativa della Asl, portano al risultato che è facile essere coinvolti in responsabilità professionali ed essere chiamati a risarcire un danno. Non si salva più nessuno su questo tema infatti rispetto al passato che riguardava solo i medici: oggi ci troviamo ad assistere anche infermieri, caposala, oss e pure il personale amministrativo. Non è più escluso nessuno da questa partita, sia perché i cittadini sono più attenti sia perché si è ampliato il bacino di intervento legale che cerca di aggredire le polizze assicurative degli operatori sanitari. Il problema è che molti operatori sanitari non hanno polizze sulla cosiddetta 'colpa grave' e sono chiamati a rispondere con il loro patrimonio".

Leggi tutto...

Riapre il bar della coop San Luca alla Asl 2 di Monte San Quirico, sindacati soddisfatti

BAR1Il prossimo 27 luglio riaprirà il bar della cooperativa San Luca al centro direzionale di Monte san Quirico. "E' una notizia questa che abbiamo appreso con soddisfazione - afferma Giancarlo Pucci esponente della Uil Fpl nella Rsu - e che rappresenta un bel risultato a fronte della presa di posizione dei dipendenti e della richiesta, a mezzo stampa, della Uil Fpl di riaprire. La chiusura era stata predisposta senza alcun preavviso e quello era l'unico punto di ristoro per tutti i dipendenti del centro direzionale di Monte San Quirico". Per Pietro Casciani, segretario territoriale Uil Fpl, questa apertura fa ben sperare da una parte per i dipendenti e i numerosi frequentatori degli uffici aperti al pubblico del centro direzionale, dall'altra per la scelta della Coop San Luca di non rinunciare a nessuna fonte di introito in un momento sicuramente difficile. "Ci auguriamo che il servizio resti attivo fino al completo trasferimento degli uffici, già in atto, - chiude Casciani - verso la cittadella della salute del Campo di Marte".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter