Menu
RSS

"Dopo di noi", oltre 11 milioni per i disabili gravi privi del sostegno familiare

disabilitaAl via in Toscana gli interventi per l'assistenza, cura e protezione delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, a causa della mancanza di entrambi i genitori, o per l'impossibilità degli stessi genitori di dare loro un sostegno adeguato. Gli interventi sono previsti dalla legge nazionale 112 del 2016, la cosiddetta legge del Dopo di noi. Con una delibera presentata dall'assessore al diritto alla salute e al welfare Stefania Saccardi, nella sua ultima seduta la giunta ha approvato un finanziamento di 11.250.000 euro, di cui 5.490.000 assegnati dal ministero del lavoro e delle politiche sociali, che ha dato il via libera alla proposta degli indirizzi di programmazione della Regione Toscana.

Leggi tutto...

Saccardi a Spinelli: "Più flessibilità negli interventi per la disabilità"

stefania saccardi 1"Ci sono tantissime tipologie di disabilità, una diversa dall’altra, che hanno bisogno di gradi diversi di assistenza e di intervento sanitario. Per questo è necessario introdurre nel sistema elementi di flessibilità. Non si tratta di abdicare ai nostri principi, ma di costruire uno spettro flessibile di risposte possibili su un territorio”.
Lo ha sottolineato l’assessore alla sanità Stefania Saccardi, rispondendo ad un’interrogazione della consigliera Serena Spinelli (Art1.Mdp), preoccupata che "la politica regionale abbandoni la strada maestra dei progetti individuali personalizzati, verso forme di istituzionalizzazione, magari accurata, ma senza prospettive, in strutture standardizzate".

Leggi tutto...

Accesso ai servizi sanitari per i disabili più facile con il programma Pass

disabilitaFare un prelievo di sangue, una visita specialistica, un accertamento diagnostico, per chi ha una disabilità può essere molto più complicato che per altri. E non a causa delle barriere architettoniche, che pure ci sono, ma per quelle barriere cosiddette "invisibili", legate all'organizzazione dei servizi e alla formazione del personale. Queste barriere invisibili rendono più complicato per i cittadini disabili sottoporsi a visite, esami, terapie. Tanto da scoraggiarli, allontanarli e determinare in molti casi un peggioramento delle loro condizioni di salute. Per andare incontro alle esigenze di salute di questi cittadini e garantire una effettiva equità, la Regione Toscana, prima in Italia a realizzarlo, ha messo a punto, in collaborazione con i coordinamenti delle associazioni per la disabilità, il programma Pass (Percorsi assistenziali per i soggetti con bisogni speciali), per adeguare l'offerta sanitaria in modo da migliorare i risultati di salute delle persone con disabilità.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter