Menu
RSS

Vania, un anno dopo. Panchina rossa listata a lutto

panchinalistataEra il 2 agosto dello scorso anno quando le fiamme hanno ustionato il 90 per cento del corpo di Vania Vannucchi. Il giorno successivo la donna morirà, lasciando incredula e ammutolita l'intera comunità lucchese. Un caso feroce di femminicidio agito da un uomo, Pasquale Russo, che aveva attirato l'ex nei pressi di Campo di Marte con una scusa, per poi cospargerla di benzina e darle fuoco.

Leggi tutto...

Vania, l'associazione La Luna: tenere alta l'attenzione

  • Pubblicato in Cronaca

stopviolenzaDopo la condanna a trenta anni pronunciata lunedì scorso (29 maggio) dal giudice per le udienze preliminari Antonia Aracri nei confronti di Pasquale Russo, accusato di aver dato alle fiamme e ucciso la scorsa estate l'infermiera Vania Vannucchi, per la prima volta il Tribunale di Lucca ha riconosciuto la legittimazione di un centro antiviolenza a partecipare a un processo per femminicidio, dando così effettività alla convenzione di Istanbul - ratificata dall'Italia nel 2013 e i cui tre pilastri fondamentali sono la prevenzione, la protezione e la repressione - e accogliendo altresì le ragioni che hanno spinto l'Associazione Luna, costituitasi parte civile nel processo penale a carico di Pasquale Russo, imputato per l'efferato omicidio.

Leggi tutto...

Infermiera bruciata viva, 30 anni al killer di Vania

  • Pubblicato in Cronaca

di Roberto Salotti
omicidiovavannucchiTrenta anni. E' questa la condanna pronunciata stamani (29 maggio) dal giudice per le udienze preliminari Antonia Aracri nei confronti di Pasquale Russo, 47 anni, di Segromigno in Monte, accusato di aver dato alle fiamme e ucciso l'infermiera Vania Vannucchi di Lucca. Una sentenza arrivata nel primo pomeriggio dopo una pesante richiesta della procura. Il pm Piero Capizzoto, titolare dell'inchiesta che portò all'arresto del presunto killer, aveva chiesto l'ergastolo. Una proposta non raccolta dal gup. Per gli avvocati difensori Gianfelice Cesaretti e Paolo Mei che avevano chiesto il rito abbreviato anche per evitare la condanna a vita una vittoria, anche se al momento i legali non intendono commentare. Aspetteranno le motivazioni della sentenza che il gup depositerà entro 90 giorni. Da valutare anche le mosse della procura, che potrebbe ricorrere in Appello.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter