Menu
RSS

Migranti, Rossi scrive al ministro Alfano: "Scegliete il modello toscano"

Sull'emergenza migranti, il presidente della Toscana Enrico Rossi scrive al ministero degli interni Angelino Alfano. Lo fa sollecitando una presa di posizione sul ruolo delle Regioni, reclamandone una funzione nella gestione dell'emergenza. E lo fa riproponendo a tutta Italia il modello di accoglienza diffusa sperimentato in Toscana tra il 2011 e il 2013, quando arrivarono i primi migranti dalla Tunisia, cinquecento, e poi altri mille e trecento africani di tutto il continente in fuga dalla Libia. Di quelle 1800 persone sono rimasti in ottantanove. Altri tremila sono arrivati invece con gli sbarchi degli ultimi mesi.

Leggi tutto...

Migranti, Rossi rilancia il 'modello toscano': "Basta speculazioni"

Riconoscere alle Regioni, in modo chiaro e formale, un ruolo nella gestione dell'accoglienza dei migranti, a supporto di enti locali e prefetture, ma soprattutto in una logica di condivisione nazionale del problema. E' questo quanto chiede al governo nazionale il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, richiamando il modello di accoglienza sperimentato in Toscana in questi anni, imperniato sulla distribuzione in piccole strutture affidate al volontariato e con un forte ruolo degli enti locali.

Leggi tutto...

So&Co, dura replica a Zanni: "Ci occupiamo di accoglienza migranti per tutto il territorio dal 2011, su D33 gravi illazioni"

Dura replica e minaccia di querela per diffamazione al candidato sindaco di Viareggio Giulio Zanni per l'attacco frontale alla So & Co nell'intervento contro l'altro candidato Giorgio Del Ghingaro: "In merito all'attacco strumentale uscito su alcuni organi di stampa - dice la So&Co - vorremmo, anzitutto, sottolineare come non ci interessi in alcun modo prender parte alla bagarre politica della campagna elettorale. Entrando, piuttosto, nel cuore della questione in oggetto, ribadiamo che il consorzio So.&Co. ha gestito, a partire dal 2011, i progetti di accoglienza umanitaria per la cosiddetta Emergenza Nord Africa tramite il raccordo con la Protezione Civile a livello provinciale (e non solo per il Comune di Capannori) e che questi, tutti, sono stati interamente finanziati dal ministero degli interni - e non dalle amministrazioni locali - il quale, attraverso la prefettura si è occupato di gestire la collocazione assistenziale dei migranti".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter