Menu
RSS

Passalacqua: “Piazzale Verdi inaccessibile a disabili”

Piazzale Verdi 1"All’amministrazione chiediamo serietà: dopo più di un anno di promesse i marciapiedi di piazzale Verdi restano non accessibili ai disabili". È un duro attacco quello che Domenico Passalacqua, presidente dell’associazione Luccasenzabarriere, rivolge nei confronti dell’amministrazione comunale. Sotto accusa la copertura in ghiaia, che rende i marciapiedi non adeguati per i disabili che devono muoversi su una carrozzina.
"Da tempo abbiamo denunciato questa situazione - ricorda il presidente dell’associazione - e ad agosto 2016 gli assessori Celestino Marchini e Serena Mammini avevano risposto alle critiche affermando che i lavori erano ancora in corso e che la ghiaia era stata messa solo per assicurare un aspetto decoroso all’area. A giugno del 2017 la Mammini annunciava che si era messa della ghiaia pressata proprio per rispondere alle esigenze di accessibilità".

Leggi tutto...

Passalacqua: “Summer, troppe barriere per disabili”

30Domenico Passalacqua, fondatore del blog luccasenzabarriere, dopo l'esperianza politica nella lista Lucca in Movimento, torna a portare avanti le tematiche che riguardano le barriere architettoniche e sociali, ma come comune cittadino.
"In questi giorni  - afferma - ho vist varie lamentele per quanto riguarda l'affluenza e il disordine dovuti al Summer Festival. I commercianti che si lamentano per la scarsa vendita dei loro articoli e i cittadini per la confusione che viene creata per i vari concerti. Questa mattina dopo aver letto tutto ciò, mi sono recato nel centro storico, dove ho potuto constatare e addirittura scattare alcune foto riguardo alle attrezzature per il Summer Festival. Nessuno e dico nessuno si è preoccupato se nell'allestire l'ingresso del Summer, venissero rispettate le leggi per quanto riguarda l'accessibilità, compreso, evidentemente, Mimmo D’Alessandro, patron della manifestazione".

Leggi tutto...

Percorso Loges, Garzella: "Cosentino, la toppa è peggiore del buco"

garzellafirm“A volte la toppa che si vuol mettere a coprire un buco, è clamorosamente peggiore del buco stesso". Così il candidato sindaco Matteo Garzella commenta la risposta che Cosentino, ristoratore lucchese e candidato di Remo Santini ha dato alle domande a riguardo di una variante al percorso Loges. "Una deviazione - spiega Garzella - che obbliga i non vedenti ad attraversare due volte in più la trafficata via Elisa e ad entrare da un ingresso laterale facendo la disagevole via Santa Chiara per accedere a Villa Bottini, invece di passare dall'ingresso principale, in condizioni di maggior sicurezza e maggior dignità. Il tutto per lasciare i tavolini del suo locale davanti all'uscio del ristorante, proprio sopra il corretto tracciato del Loges. Non credo che l'aver spostato al di là della carreggiata gli stessi tavoli avrebbe creato una crisi occupazionale nel suo ottimo locale, tralascio quindi di commentare questo appunto circa la città che genera occupazione trovando una sintesi (forse un po' sbilanciata?) per garantire tutti. Vorrei invece fare una considerazione sul fatto che questa variante, approvata da una commissione composta come da lui descritto, abbia una giustificazione, morale e materiale, proprio grazie a questo nulla osta rilasciato sembra dietro a sua (insistente? molto, troppo insistente?) richiesta".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter