Menu
RSS

In "ritiro" a Imt la nazionale dei cyberdefender

Campus IMTSe è vero che la tecnologia e l'essere connessi migliorano la nostra vita, è altrettanto vero che il moltiplicarsi di attacchi informatici, riportati puntualmente dai media, stanno via via minando le nostre sicurezze. Combattere il crimine informatico è ormai una sfida prioritaria, raccolta anche in Italia da università, centri di ricerca, istituzioni e aziende private. Per affrontarla si individuano e si formano gruppi di cyberdefender, giovani esperti in grado di muoversi con competenza nel mondo della difesa informatica e combattere il cyber-crimine.

Leggi tutto...

Quironi, dai pali della Lucchese alla preparazione dei portieri delle nazionali giovanili

  • Pubblicato in Sport

quiro2Da portiere della Lucchese nei tempi d’oro della serie B (quattro stagioni con i vari Orrico, Lippi, Fascetti e Scoglio come allenatori) all’esordio in serie A con la maglia dell’Empoli dopo un’onorata carriera con venti stagioni da professionista, Davide Quironi, classe 1968, è oggi un apprezzato preparatore che ha saputo aprirsi una nuova strada da talent-scout.
Da agosto 2016 è uno dei preparatori dei portieri delle nazionali italiane giovanili, sia maschili che femminili. In questi mesi ha girato tantissimo (Brasile, Norvegia, Francia, Macedonia, Inghilterra) lavorando a contatto di personaggi anche famosi come Antonio Cabrini. “Ringrazio Maurizio Viscidi (già allenatore della Lucchese e oggi coordinatore tecnico delle nazionali giovanili ndr) per avermi dato questa opportunità. Si è avverato un sogno dopo tanti anni di gavetta: ho lavorato in tutte le categorie, dalla Scuola Calcio, alle serie B, passando per il campionato Primavera. Questa esperienza mi sta formando molto perché girando il mondo riesco a confrontarmi e a vedere altri metodi di allenamento”.

Leggi tutto...

Circhi con animali, Per Lucca: "Discutibile aggirare a livello locale leggi nazionali"

Nelly Orfei ElefanteNon si fa attendere la risposta della lista civica Per Lucca a Lucca per l'ambiente sul tema dell'ordinanza che vieta i circhi con animali alle Tagliate: "Rispondiamo al movimento Lucca per l’Ambiente - dicono dal movimento - che non denigriamo affatto quanto da loro ottenuto in merito alla proibizione degli spettacoli circensi con animali a Lucca. Molto più semplicemente non consideriamo la proibizione dei circhi un successo o una conquista di civiltà. Questione di punti di vista naturalmente. Quanto alla loro convinzione per cui il non avere più circhi alle Tagliate sia un successo per tutti i lucchesi, ci permettiamo di dire, essendo anche noi lucchesi, che non abbiamo alcun successo da festeggiare. Facciamo magari notare al movimento che il sindaco Tambellini, con una buona dose di doppiezza politica, se da un lato sembra volentieri incassare l’approvazione degli animalisti, dall’altro motiva il provvedimento anti circhi non certo con una risposta alle proprie o alle altrui convinzioni, ma con la necessità contingente di rendere disponibile per il mercato un piazzale nato a suo tempo proprio per ospitare circhi e giostre. Riteniamo e ribadiamo che il lavoro degli artisti del circo con animali, quando condotto nel rispetto delle leggi nazionali, è lecito, autorizzato e sarebbe opportuno potesse svolgersi ovunque ed anche a Lucca. Qualsiasi cittadino deve poter scegliere liberamente se andare al circo o portarci i figli e non vedersi proibita da un sindaco protagonista o da movimenti animalisti ideologizzati la possibilità di accedere agli spettacoli nella sua città".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter