Menu
RSS

Lucca United: “Lucchese, no a cessioni al buio”

stadio porta elisaLucchese, soci lucchesi al... capolinea. E' questa la sensazione, anche sulla base delle dichiarazioni che si sono fatte insistenti nelle ultime settimane. Il sogno di tenere la società in mani di imprenditori locali e di ingrandire la compagine societaria, si è infranto dopo che i soci si sono resi conto, di fronte all'ennesima scadenza da onorare senza l'aiuto di nessuno, che così avanti non si può andare. Almeno in questa categoria, almeno se si vuole fare un campionato quantomeno dignitoso in una piazza esigente come Lucca.


Ecco allora che si fa sempre più insistente l'ipotesi di una cessione della società a terzi, imprenditori non locali, interessato al mondo del pallone e magari ad entrare nel mercato cittadino e provinciale. Perché, si sa, con il pallone non si guadagna, con le relazioni, gli incontri e le opportunità, sì.
Ognuno dei soci, parcellizzati in varie 'minoranze' si è quindi guardato intorno, sia per garantire il futuro della società sia per rientrare, almeno in parte, dell'investimento fatto perché la stessa non sparisse dopo la fine dell'era Bacci. Ma la maggioranza per vendere la società, o il suo pacchetto di maggioranza, non ce l'ha nessuno e per questo chiunque presenti soluzioni salvifiche lo fa per tattica o per convincere qualcuno a cedere le sue quote per poi portare a buon fine l'operazione.
In tutto questo Lucca United prende posizione, e ricorda 'di esistere'. Lo fa con una nota in cui chiarisce la sua posizione: "Nel ricordare a tutti i tifosi, alla città ed alle istituzioni che Lucca United è parte della società, detenendo ad oggi il 10 per cento delle quote azionarie - spiega il direttivo dell'associazione - e che è anche proprietaria dello storico marchio concesso in comodato gratuito alla società rossonera, riteniamo opportuno precisare quanto segue: con tutti i mezzi a nostra disposizione, abbiamo tentato in questi ultimi mesi di trovare soggetti che potessero appoggiare e sostenere l'attuale compagine societaria affinché la Lucchese potesse continuare ad essere patrimonio sportivo della città ed orgogliosamente espressione di "lucchesità". Abbiamo ricevuto tante belle parole, promesse e pacche sulle spalle… Ecco il tempo delle belle parole e delle pacche sulle spalle è ormai finito da un pezzo, così come quello delle promesse. Chi ha veramente a cuore le sorti della Pantera deve farsi avanti ora, lo deve fare subito. Lucca United è da sempre a disposizione per agire come garante verso tutti coloro che vogliano concretamente sostenere la società calcistica che rappresenta la nostra città". "Lucca United - conclude la nota - è al corrente dell’esistenza di trattative e di "incontri" con possibili acquirenti del pacchetto di maggioranza della società rossonera, trattative e “incontri” dalle quali in “alcuni casi” Lucca United è stata stranamente esclusa e tenuta all’oscuro di ciò che stava accadendo. Il nostro monito e la nostra attenzione sono da sempre rivolti a che possibili cessioni siano gestite con la massima trasparenza ed onestà, per garantire che la Lucchese possa essere guidata solo ed esclusivamente da persone serie e consapevoli di amministrare un patrimonio calcistico e sportivo con una storia ultracentenaria. Nel rispetto della Lucchese e dei suoi tifosi, nel rispetto dei nostri principi e del nostro ruolo, ribadiamo fermamente che non avvalleremo mai la vendita delle quote della As Lucchese Libertas 1905 srl a soggetti o società poco trasparenti con programmi sportivi nebulosi e non chiaramente definiti".

Ultima modifica ilMercoledì, 20 Settembre 2017 14:38

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter