Menu
RSS

Dalla miseria alle torture in Libia, il dramma di Salam

salammCi sono storie che facciamo fatica ad ascoltare, ma proprio perché sono così difficili da mandare giù devono essere raccontate.
A Salam non piace essere chiamato con il suo vero nome. Preferisce Abdul, un nome che gli è sempre piaciuto e che per qualche istante, quando si presenta, lo fa sentire quasi un’altra persona. Ed è bello sentirsi qualcun altro quando il tuo passato non ti piace, quando fai fatica a ricordare e a spiegare agli altri anche solo da dove provieni. Quella di Salam è una storia che aggroviglia lo stomaco: è nato in Sierra Leone, in un piccolo villaggio del nord che a mala pena è segnato sulla cartina. Suo padre non lo ricorda nemmeno, se ne è andato quando era ancora molto piccolo e nessuno gli ha mai saputo raccontare cosa sia successo. C’è chi gli ha raccontato che è morto in guerra, chi per una brutta malattia, chi invece sostiene che sia ancora vivo, chiuso in chissà quale prigione. Fin da piccolissimo Salam ha dovuto fare i conti con le bugie e con la miseria. Ha frequentato pochi anni di scuola e poi, quando ancora non avevo imparato bene a scrivere, ha dovuto abbandonarla insieme alla sorella perché la madre si era riempita di debiti. Poi il dramma, come se la vita non gli avesse già regalato dispiaceri: un’epidemia di Ebola gli ha strappato anche le due persone che gli erano rimaste, rimanendo solo, ancora bambino, senza una casa e qualcuno con cui stare. Fino a due anni fa ha vissuto in strada, mangiando ciò che trovava per terra o nella spazzatura. Ha vissuto solo per più di dieci anni, scambiando qualche parola solo con il suo amico Mohamed.

Leggi tutto...

Regata di fine estate, tutti i vincitori della gara del Centro Nautico Versilia

Paolo Bertazzoni a bordo di OrizzonteSedici imbarcazioni hanno animato lo specchio di mare antistante il porto di Viareggio per l’edizione 2017 della Regata di fine estate-Memorial Francesco Sodini, tradizionale appuntamento organizzato dal Club nautico Versilia in collaborazione con la Lega navale italiana di Viareggio anche per ricordare la passione per il mare del grande protagonista della vela d’altura scomparso nel 2015.

Leggi tutto...

Capitaneria, 14 salvataggi. Oltre 140 le sanzioni

soccorso a barca a vela 1Il comandante Giovanni Calvelli, da pochi giorni insediatosi al comando della Capitaneria  di porto di Viareggio, nel suo primo incontro istituzionale con i giornalisti ha tracciato un bilancio  dell’operazione Mare sicuro 2017 svoltasi dal 17 giugno al 17 settembre. Si tratta di risultati positivi per la sicurezza collettiva in materia di balneazione e navigazione, indubbiamente agevolati dalle favorevoli condizioni meteo-marine che hanno caratterizzato l’estate appena trascorsa. 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter