Menu
RSS

Boom di presenze nella valle del Serra a Ferragosto

20170816 desiata da tutto esaurito IMG 5985Ferragosto da tutto esaurito nella valle del Serra. Moltissime infatti le persone che hanno scelto l’area compresa fra Malbacco e Azzano per trascorrere la giornata festiva di ieri (15 agosto) all’insegna della natura e del fresco in uno degli ambienti più suggestivi della Versilia interna. Tante presenze, ma nessun inconveniente, neppure di ordine viario, grazie alla costante presenza degli agenti della polizia municipale – coadiuvati in certe fasce orarie dai volontari della protezione civile comunale – a presidio della Ztl istituita come lo scorso anno in via Monte Altissimo.

"Nei giorni scorsi, e da ultimo a Ferragosto, ho voluto osservare personalmente l'andamento della situazione - dichiara il sindaco Riccardo Tarabella - Nelle tre ore che sono rimasto in zona ieri mattina, con il parcheggio della Desiata saturo fin dalle prime ore, ho assistito a un continuo passaggio di persone che, per niente scoraggiate dal sole e dalle distanze, transitavano a piedi verso i punti più gettonati della valle, in particolare verso il Pozzo della Madonna. Praticamente nessuno ha lamentato l’impossibilità di accedere con la propria auto né l’assenza di servizi di mobilità alternativa. Ancora una volta abbiamo avuto conferma che quello della valle del Serra è un pubblico consapevole e motivato, che non cerca tanto le comodità quanto un contatto vero e diretto con l’ambiente naturale. Ciò rafforza la nostra idea, fin dal principio quella di una valorizzazione storico-naturalistica dei luoghi, di uno sviluppo anche di tipo turistico che non comprometta però i delicati equilibri della valle".
Nessuna delle agenzie turistiche autorizzate ad accedere alla ztl ha svolto servizi di trasporto nella giornata di Ferragosto. Oggi (16 agosto) invece, giornata più tranquilla a livello di presenze, sono riprese alcune attività di tipo organizzato. È il caso ad esempio di un’agenzia specializzata in canyoning, tornata questa mattina ad accompagnare i clienti, dediti alla pratica di uno sport che nella valle del Serra sta prendendo sempre più piede.
Riguardo ai servizi di mobilità all’interno della Ztl vale la pena di ricordare che quest’anno l’amministrazione comunale non ha affidato incarichi diretti né organizzato attività in proprio. La scelta è stata piuttosto quella di aprire al mercato, consentendo alle imprese di trasporto e alle agenzie turistiche interessate di accedere alla Ztl per svolgere le proprie attività. La disponibilità o meno di mezzi che facilitano gli spostamenti dei visitatori all’interno della Ztl è legata quindi all’interesse delle stesse aziende private ad operare in certi giorni o in certe fasce orarie.
"Ciò comporta quindi che in certi giorni l’unica possibilità per i visitatori sia quella di andare a piedi - dice prosegue Tarabella - E, da quello che ho potuto constatare anche personalmente, nessuno lo vive come un problema. La questione semmai è quella della sicurezza. Ed è per questa ragione che, a malincuore, nei giorni scorsi abbiamo fatto un passo indietro sulle deroghe che consentivano ai clienti delle attività ricettive e dei locali pubblici di Azzano di transitare all’interno della Ztl. Lo abbiamo fatto a seguito dei richiami in tema di sicurezza rivolti all’amministrazione comunale dai funzionari della protezione civile e della polizia municipale e in presenza di abusi conclamati da parte di automobilisti che, con la scusa di recarsi al ristorante, in realtà sostavano poi all’interno della ztl".
"Fino al 10 settembre, pertanto, il transito in via Monte Altissimo sarà riservato ai soli residenti. Tutti gli altri che desiderano recarsi ad Azzano e a La Cappella, e ci auguriamo che siano molti, perché si tratta di due luoghi stupendi, nei quali merita di trascorrere quache ora possono percorrere la più comoda e sicura strada della montagna. Dispiace a volte - conclude il sindaco Tarabella - dover prendere provvedimenti drastici, ma non possiamo non tener conto di questioni che riguardano la sicurezza delle persone. Confidiamo di trovare in futuro soluzioni che permettano di raggiungere un punto di equilibrio tra le esigenze del territorio, della sicurezza e delle attività economiche".

Ultima modifica ilMercoledì, 16 Agosto 2017 16:35

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter