Menu
RSS

Prevenzione Hiv, open day alla casa famiglia Monsignor Agresti

ceisluccaUn pomeriggio di apertura ai cittadini, una sorta di open day, per illustrare a tutti un’esperienza di accoglienza e per combattere attivamente il pregiudizio che ancora attanaglia chi ha contratto il virus dell'immunodeficienza umana. In occasione della giornata mondiale contro l’Aids, la casa famiglia Monsignor Agresti spalanca le porte ai cittadini. Lo fa con un’iniziativa, chiamata Hiv, quando l’accoglienza supera il pregiudizio, organizzata insieme da numerose associazioni ed istituzioni del territorio. L’appuntamento è per domani (2 dicembre), a partire dalle 15 e fino alle 18, proprio nella sede della casa famiglia in via Pesciatina 590, a San Vito a Lucca. Le associazioni promotrici sono Anlaids, LuccAut, Ceis, Società italiana per la promozione della salute e Croce Rossa italiana comitato di Lucca, assieme alla Provincia e ai Comuni di Lucca e Capannori.

Leggi tutto...

Migranti a Capriglia, Mallegni: "Pronto a presidio"

Foto Massimo Mallegni Official“Sono pronto a dormire di fronte al cancello della struttura privata di Capriglia che ospiterà i migranti. E sono sicuro che davanti a quel cancello non sarò solo”. Massimo Mallegni, tre volte sindaco di Pietrasanta, vicecoordinatore vicario di Forza Italia in Toscana, è pronto ad organizzare presidi ed iniziative di fronte alle strutture private che hanno vinto il nuovo bando di accoglienza del ministero dell’interno per la provincia di Lucca che destinerà 43 milioni di euro all’accoglienza di 150 nuovi profughi, in aggiunta ai 1200 già presenti. “43 milioni di euro destinati dal bando accoglienza del ministero dell’interno avrebbero consentito di sostenere l’accoglienza di cittadini, italiani e stranieri, che non hanno una casa. E’ inutile fare del buonismo e prendere in giro le persone – spiega in un nuovo video social pubblicato sulla sua pagina Facebook chiamando in causa il governo Italiano – Non possiamo consentire di buttare via altri 43 milioni di euro quando ci sono centinaia di famiglie che non hanno la possibilità di mangiare e non riusciranno, a Natale, a regalare nemmeno un pensierino ai figli. Lo Stato Italiano e l’Europa devono prendersi la responsabilità di aiutarli a casa loro con un progetto serio e credibile”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter