Menu
RSS

Forza Italia 'riapre' sede di Viareggio: "Abbiamo fatto pulizia nel partito"

forzaitalia1“La sede di Forza Italia che siamo a riaprire, oggi a Viareggio, è la rappresentazione plastica delle pulizie che abbiamo fatto in questi mesi”. Così Massimo Mallegni, vice coordinatore regionale vicario del partito di Berlusconi, ha sintetizzato il significato della piccola cerimonia di riapertura della sede forzista in via Leonardo Da Vinci, a davanti a piazza Dante. Locali che, come ha sottolineato il coordinatore comunale Alessandro Santini, da oggi saranno a disposizione di tutte le sezioni versiliesi del partito: “La zona di piazza Dante – ha aggiunto – era una delle porte di Viareggio. Ora, purtroppo, la ricordiamo quasi esclusivamente per episodi di criminalità, per il senso di insicurezza che trasmette negli avventori: una ragione in più perché questa sede diventi la prima trincea di ascolto del nostro partito verso i cittadini”. Un invito subito raccolto dal coordinatore comunale di Camaiore di Forza Italia, David Marcucci: “Questa sede – ha dichiarato – è un punto di partenza importante per continuare quel percorso di riapertura verso la società civile. Faremo sicuramente la nostra parte, per sostenere attività e spese di questa nuova base comune: stiamo già lavorando a un'iniziativa di partecipazione, per il mese di settembre”.

Leggi tutto...

Bindocci (M5S): “Sulla giunta c'è l'ombra del Colle”

IMG 0653L'ombra del Colle sulla giunta Tambellini. La pensa così il neoconsigliere comunale a cinque stelle, Massimiliano Bindocci: "Tambe-rcucci è il vero sindaco di Lucca - dice - La giunta barghigiana ne è la riprova. Tamby ha presentato gli assessori, gli ha scelti e senza il minimo pudore, rileviamo che la scelta è stata operata non certo su criteri oggettivi o su requisiti e titoli, né tantomeno in trasparenza. Un metodo molto lontano da quello da noi auspicato, in conformità con lo spirito del MoVimento 5 Stelle, e perfettamente seguito a Carrara, dove il neosindaco pentastellato De Pasquale ha presentato buona parte della sua giunta ben prima della consultazione elettorale, basandosi sui curriculum dei candidati e dichiarando quali sarebbero stati gli orientamenti degli assessorati. Un metodo questo che avrebbe escluso in partenza i consueti accordicchi pre e post elettorali a cui la vecchia politica ci ha ormai abituati e che non ci stupiscono più, ma nei confronti dei quali i cittadini dovrebbero trovare una rinnovata capacità di indignarsi".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter