Menu
RSS

Mura creative: i giardini che guardano all'oriente

InoroutLe Mura di Lucca, a settembre, diventano 'creative': dall'1 al 3, nell'ambito della ormai consueta e attesa manifestazione Murabilia, gli spazi degli spalti dal baluardo San Regolo a il baluardo della Libertà ospiteranno ben dieci giardini temporanei. L'evento, il primo garden design festival internazionale della città di Lucca, è il momento finale di un bando di concorso che si è chiuso lo scorso 22 maggio rivolto ad architetti, agronomi e paesaggisti. Dopo l'edizione zero del 2016, Mura creative ha rivolto quest'anno il suo sguardo a Oriente, scegliendo la Cina come tema del contest, sentita come terra di paesaggi sconfinati e compositi.

Leggi tutto...

Virtuoso & Belcanto al via nel segno della Cina

VirtuosoBelcanto 2017 foto Peter AdamikÈ entrato nel vivo il China-Europe (Italy) International Arts Festival, manifestazione di apertura del Virtuoso & Belcanto Festival che unisce il mondo musicale cinese alla grande tradizione italiana e alla città che ha dato i natali a Giacomo Puccini. Il programma del festival vocale, già presentato alla stampa cinese nel dicembre 2016 al Cctv media center di Pechino, ha attratto a Lucca centocinquanta cantanti cinesi che da domenica (16 luglio) partecipano alle serrate sessioni di perfezionamento vocale guidate dal Maestro Ross Carigimile (direttore ospite del Coro della Shanghai Opera House) che si tengono in Sant’Agostino, nella sede del liceo musicale A. Passaglia.

Leggi tutto...

Maxisequestro di prodotti cinesi venduti come italiani

  • Pubblicato in Cronaca

guardia di finanza 117 H130219193307 U1901837935375oOI 590x288Il trucco consisteva nel cambiare le etichette all'abbigliamento proveniente dalla Cina in modo tale da farlo risultare italiano tramite un cartellino dal contenuto inequivocabile Fabbricato in Italia - Questo capo è stato prodotto interamente in Italia.
E' quanto ha scoperto la guardia di Finanza grazie a un''indagine, battezzata Wonderland, che, partita da un negozio di Lugo di Romagna, nel ravennate, ha portato nei giorni scorsi al sequestro di circa 13mila capi e di 15mila cartellini in seguito a perquisizioni disposte dalla Procura di Bologna. Le verifiche delle Fiamme Gialle ravennati avevano portato in prima battuta nella primavera scorsa a individuare una rete formata da 14 punti vendita distribuiti tra Lugo, Bologna, Genova, Firenze, Treviso, Pisa e Lucca gestita da tre cittadini di origine cinese tutti residenti nel capoluogo emiliano.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter